Alimentazione: Ecco I 4 Veleni Bianchi Che Stanno Rovinando La Tua Salute…

Ci sono degli alimenti che vengono considerati i “i 4 cavalieri dell’Apocalisse dell’ alimentazione”  perché stanno letteralmente distruggendo la tua salute e in questo articolo ti spiegherò quali sono e quali danni stanno facendo al tuo organismo.

alimentazione i 4 veleni magnifikamente

Nutrirsi non significa semplicemente introdurre qualcosa in bocca, masticarlo e digerirlo..

Ma significa fornire al proprio corpo, grazie ad una corretta alimentazione, tutti gli elementi necessari per il suo sostentamento e per le varie funzioni di base evitando il più possibile tutti quegli alimenti che sono pericolosi per la propria salute.

Ora ti chiederai..

Quali sono gli alimenti che bisogna assolutamente evitare nella propria alimentazione?

Al giorno d’oggi  è diventato davvero difficile trovare delle informazioni precise a riguardo perché la mole di dati è esorbitante in più ci sono troppi interessi economici legati sia al mondo della salute che a quello dell’alimentazione.

Per fortuna che c’è Magnifikamente che ti aiuta a trovare le migliori strategie e tattiche per il tuo benessere. 😀

Quindi bando alle ciance ed iniziamo subito con..

Il Primo Veleno Bianco: Il Sale

Un adulto medio, nella sua alimentazione, ha bisogno al massimo di 1 kg di sale all’anno mentre oggi purtroppo la media nei paese civilizzati è di circa 10kg all’anno!!!

Questo accade perché non solo viene usato in grandi quantità nei condimenti ma è anche sovrabbondante in diversi alimenti come snack, patatine, fritti, salumi e formaggi stagionati.

Quando assumi più sale del dovuto il tuo corpo deve compensare trattenendo i liquidi per mantenere il sale in soluzione e questo comporta gonfiori sensazione di pesantezza e la famosa ritenzione idrica causa di tanti inestetismi.

L’assunzione eccessiva di sale nella propria alimentazione comporta nel lungo periodo tantissime conseguenze negative come:

> Pressione alta

> Cattiva digestione

> Insonnia

> Tic nervosi

> Stanchezza cronica

> Perdita di calcio nelle ossa (come spiego in questo articolo)

 

Secondo Veleno Bianco: Lo Zucchero Raffinato

Quando sei bambino, nella maggior parte dei casi, ti fanno associare la felicità a qualcosa di dolce e zuccherato come una caramella, un gelato o un dolce.

Da adulti si continua con questa potente associazione concedendosi spesso il piacere delle gratificazioni con qualche dolce o bevande altamente ricche di zuccheri.

Basti pensare che la famosa bevanda scura con l’etichetta rossa e bianca per il 10% è composta di zucchero puro questo significa che per ogni litro (3 lattine) ci sono circa 100 gr di zucchero puro!!!

Nessun adulto ha bisogno di assumere zucchero extra per la propria alimentazione basterebbe abituarsi ad assumere alimenti ricchi di carboidrati complessi come la frutta, verdura e cereali integrali che contengono grandi quantità di vitamine e minerali che vengono rilasciati e messi a disposizione per l’organismo.

Mentre I carboidrati complessi sono alimenti ricchissimi di energia e di sostanze nutritive per il nostro corpo, i carboidrati semplici, derivanti dai prodotti dello zucchero, non richiedono tempi di digestione ed entrano subito in circolazione.

Ecco perché basta anche una semplice caramella perché la tua glicemia vada alle stelle innalzando così la quantità di glucosio nel sangue.

Questo comporta uno stato di emergenza nel tuo organismo che è costretto a secernere insulina per eliminare lo zucchero in eccesso.

Se continui ad assumere nella tua alimentazione alimenti ricchi di zucchero o dolcificanti artificiali continui ad innescare questo processo di produzione dell’ insulina affaticando moltissimo il tuo organismo che si traduce con:

> Senso di affaticamento

> Ridotta capacità di concentrazione

> Poca lucidità mentale

> Stanchezza cronica

> Picchi e cali repentini di energia durante la giornata

> … e nel lungo periodo la possibilità del Diabete.

Se non ci credi basta dare un’occhiata alle statistiche, oggi una persona su venti soffre di diabete mentre agli inizi del novecento, quando lo zucchero era praticamente inesistente e c’era un altro tipo di alimentazione, era una persona su 50.000!!!

 

Terzo Veleno Bianco: La Farina Bianca

Il terzo veleno è rappresentato da tutti quegli alimenti che contengono la farina bianca come: pane, panini, pasta, impasti di ogni tipo, grissini e brioche.

Nel libro di Barry Sears “La Zona” l’autore spiega che il corpo non è bravissimo a scomporre prodotti a base di farina bianca e questo perché non si è ancora adattato a questa invenzione moderna (anni 50’) rispetto ai migliaia di anni di evoluzione.

Quando introduciamo nella nostra alimentazione uno di questi alimenti formiamo una massa glutinosa che si muove lentamente attraverso il sistema digerente causando sonnolenza e costipazione.

Basterebbe assumere prodotti integrali che, non solo soddisfano il tuo appetito, ma contengono grandi quantità vitamine, minerali e proteine nobili recandoti un senso di soddisfazione ed appagamento senza quella fastidiosa pesantezza a fine pasto.

Infatti l’eccessiva macinazione della farina bianca per ottenere una consistenza fine elimina la maggior parte dei nutrienti rendendo il cibo praticamente morto.

 

Quarto Veleno  Bianco: Il Latte

Noi siamo l’unica specie al mondo che si nutre del latte di un’altra specie e per di più dopo lo svezzamento.

Intorno ai due anni circa, si ha una progressiva riduzione dell’attività del “lattasi”, che è l’enzima adibito all’assimilazione del latte, fino ad arrivare all’età adulta in cui la sua azione è praticamente inesistente (riduzione di circa il 90-95%).

Questo ovviamente porta ad una intolleranza più o meno grave che può sfociare con diversi effetti collaterali quali gonfiori, irritazione del tratto intestinale, coliche, allergie,  ecc.

In più c’è da aggiungere che, anche se fosse l’alimento più salutare della terra, il latte viene continuamente contaminato da antibiotici, ormoni della crescita, erbicidi, pesticidi e nonostante la sua sterilizzazione i germi continuano a sopravvivere (la legge prevede una tolleranza di 750.000 cellule somatiche, cioè pus, per cm quadrato).

Queste sono solo alcune delle motivazioni per cui è altamente  sconsigliato introdurre il latte nella propria alimentazione.

Eliminando “i 4 cavalieri dell’Apocalisse” dalla tua alimentazione otterrai da subito più energia, più vigore e leggerezza aumentando considerevolmente la probabilità di risolvere i vari problemi di costipazione, intolleranze, gonfiori, cattiva digestione, insonnia, ecc.

E tu che ne pensi?

Raccontami la tua esperienza lasciando un commento qui sotto e naturalmente se ti è piaciuto l’articolo aiutami a diffonderlo nei social e metti un bel “mi piace” qui sotto.

214 Commenti

  • Ho eliminato tutto xche nel 2012 ho avuto un tumore al seno e sto molto attenta

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 13/06/2014

      Ciao Mariapaola è un piacere conoscerti,
      Mi dispiace molto per la tua situazione e l’unico consiglio che ti posso dare è di informarti il più possibile perchè, purtroppo, ci sono troppi interessi legati alla salute.
      Bisognerebbe fare come gli antichi cinesi che smettevano di pagare il medico quando stavano male.
      Curare l’alimentazione è FODAMENTALE!!! e non smetterò mai ripeterlo e fai molto bene a stare attenta a quello che mangi.
      Un ultima cosa, che spero vivamente ti possa essere di aiuto, prova a leggere qualcosa sul dottor Hamer (prossimamente uscirà su Magnifikamente un articolo in merito).
      Ti faccio un grande in bocca al lupo e non mollare mai!!!
      Un saluto
      Fabio

      • giordano

        Rispondi Risposta 21/06/2014

        ciao FABIO.. i medici sono dediti al business… se non fosse così la prima cosa che farebbero è darti indicazioni nel cibo PRIMA che tu ti ammali…e non medicine dopo…. per cui bisogna informarsi e prevenire da soli…zero cereali…zero latte…zero maiale.. e zero carne rossa (se non sei di gruppo 0)… provare per credere 🙂 e grazie per il tuo l’articolo

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 21/06/2014

          Ciao Giordano è un piacere conoscerti,
          concordo assolutamente con te sul fatto che ci siano interessi, troppi, dietro la salute e la cosa è veramente paradossale perchè come può una multinazionale volere il tuo bene quando guadagna sulla tua malattia, c’è un conflitto di interessi.
          C’è da dire però che esistono tanti medici e terapeuti che dedicano la loro vita per il bene degli altri non lasciandosi corrempere da facili guadagni e “incentivi” di varia natura.
          A queste persone va tutto il mio rispetto e stima.

        • Alessandro

          Rispondi Risposta 22/06/2014

          In che senso “se non sei di gruppo 0” ? immagino tu ti riferisca al gruppo sanguigno, ma, perché ?

          • alcide

            21/06/2016

            Il dott.mozzi e’ in grado di fornire tutte le informazioni.

        • francesco

          Rispondi Risposta 19/03/2016

          Molto interessante sono anni che cerco di stare lontano da questi quattro alimenti,quindi condivido in pieno quanto scritto.

      • Rita Capannolo

        Rispondi Risposta 22/06/2014

        CIAO FABIO TROVO L’ARTICOLO MOLTO INTERESSANTE….LEGGENDO QST ARTICOLO MI HA FATTO RICORDARE I MIEI PROBLEMI SALUTARI….HO SUBITO DUE INTERVENTI ALL’INTESTINO, ESATTAMENTE APPENDICITE IN PERITONITE E UN’ERNIA OMBELICALE CAUSATA SECONDO IL CHIRURGO CHE MI HA OPERATA, ALL’APPENDICITE. DA LI’ SN PARTITI UNA SERIE DI PROBLEMI A NON FINIRE E TT’ORA ME LI STO PORTANDO….PARTENDO DAL LATTE, INTOLLERANZA AL LATTOSIO, LO ZUCCHERO, INTOLLERANZA AL SORBITOLO ED INFINE LA FARINA (DI GRANO), LA CELIACHIA E DA QUI’ TT CIO’ HA PORTATO A ME PROBLEMI DI NEUROPATIA AGLI ARTI INFERIORI, LE GAMBE E I PIEDI E NN E’ FINITA QUI’, SORDITA’ (CREDO PARTITA DAL CORTISONE DI CUI ASSUMEVO FINO AD UN ANNO E MEZZO FA’), PERDITA DEI DENTI A SOLI 42 ANNI….DI CUI MI TROVO SOLO CON LA PROTESI DENTARIA….E NON E’ FINITA QUI’ FABIO…HO LA CARTILAGINE “MOLLE”. IN TT QST STO ASPETTANDO UNA TELEFONATA DA UN BRAVO GENETISTA PER SAPERE DI QST MIO PROBLEMA (PARLO DI NEUROPATIA, DICE CE NE SONO MOLTI GENERI DI QST NEUROPATIA) SE DIPENDE DA UN FATTO GENETICO O MENO….DA DUE ANNI A QST PARTE SEGUO UNA DIETA SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO DA ALLORA CHE IN QUEL PERIODO AVEVO PERSO + DI 30 KG (PESAVO CIRCA 45 KG) ORA PESO 65KG….STO BENE PERO’ CREDO MI PORTERO’ TT LA VITA (SE NN C’E’ UNA CURA) QST PROBLEMA ALLE GAMBE….GRAZIE DI AVERMI ASCOLTATA E BUON POMERIGGIO 🙂

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 22/06/2014

          Ciao Rita e grazie a te per la tua importante testimonianza.
          Penso che il tuo intervento farà riflettere molte persone sull’importanza dell’alimentazione.
          Fino a quando non si prova sulla propria pelle sembra tutta teoria.
          Ti faccio un grande in bocca al lupo per tutto e spero che tu riesca a migliorare le tue condizioni di salute…un abbraccio

          • terry

            26/06/2014

            sono una persona di quasi 70 ke da anni seguo una alimentazione priva di questi 4 killer. sono stata 1 della prime a frequentare i centri di Merano x detossinizzare il mio corpo dopo Cernobyl anno in cui ho smesso di mangiare carni latte e formaggi.
            Il mio unico patrimonio è quello di curare la mia alimentazione x 1 qualità di vita buona e poter morire sana…a volte quando ne parlo con altri mi prendono x matta, ma la naturopeta e e l’agopuntore mi invidiano kè non prendo alcun farmaco l’unica medicina sono gli 8/10 km giornalieri e la poca alimentazione bio ke assumo
            Vi auguro ragazzi una vecchiaia sana e naturalmente una lunga giovinezza

      • Daniela Brigante

        Rispondi Risposta 23/06/2014

        Grazie Fabio Finko per aver citato Hamer, lo seguo e applico da oltre 10 anni e ritengo che la conoscenza delle 5 leggi biologiche possa essere un gran dono alle persone!

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 25/06/2014

          Ciao Daniela,
          per me il dottor Hamer è un EROE e da quando lo studio ho completamente cambiato il modo di vedere le cose.
          Se al posto delle 5 leggi biologiche avesse inventato un farmaco (con annessi profitti per diverse case farmaceutiche) adesso avrebbe una decina di Nobel anzichè essere radiato dall’albo e incarcerato per ben due volte…
          Un saluto

          • Francesco

            25/06/2014

            Per me invece Hamer è un BASTARDO ASSASSINO, pensa!

            http://www.dossierhamer.it/mannarino.html

            Vediamo se avete il coraggio di pubblicare questo commento. Disinformatori antiscientifici che non siete altro.

            P.S.: quale produttore di cibi cosiddetti BIO dei miei stivali vi paga?

          • Fabio Finko

            27/06/2014

            Caro Francesco,
            secondo la mia opinione, la buona educazione dovrebbe essere una cosuetudine però giustamente non essendo un obbligo capisco se non la rispetti.
            Detto ciò…
            Non so se le tue conoscenze siano limitate ad una sola pagina di un sito perchè se fosse così ti inviterei ad approfondire una visione che altrimenti sarebbe limitata.
            Esiste una comissione italiana ( l’A.L.B.A. ) che studia, ricerca e valuta in maniera scientifica le teorie di Hamer e se per caso hai letto il suo libro, ma ne dubito, potresti riscontrare il fondamento di tali teorie.
            Quando muore una persona per le cosiddette “medicine alternative” si è subito pronti a puntare il dito quando la prima causa di morte negli stati Uniti è proprio il trattamento farmacologico tradizionale (http://www.cadoinpiedi.it/2012/06/21/la_prima_causa_di_morte_negli_stati_uniti_ecco_il_grafico.html).
            Cordiali saluti
            P.S. Il motivo principale per cui scrivo è la mia passione per tutto ciò che riguarda il benessere e non sono pagato da nessun produttore di cibi Bio e tu, invece, se usi il tuo tempo prezioso per scrivere commenti su questo sito senza essere pagato e senza avere una reale motivazione beh se fossi in te mi farei qualche domanda su come impiegare in maniera più costruttiva le mie energie

            Ricordiali saluti

      • paolo

        Rispondi Risposta 03/07/2015

        caro fabio conosco gente che nuntrendosi di queste “droghe” e vissuta felicemente fino oltre i 9o anni e invece un carissimo amico di 27 anni che seguiva questa alimentazione (non sto dicendo che x colpa dell’alimentazione ) e morto e si è privato di uno dei piaceri della vita
        ma ce un altro elemento bianco che è un killer vero la cocaina

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 14/07/2015

          Ciao Paolo,
          capisco benissimo il tuo punto di vista ed è anche quello che continuamente mi sento dire.

          Se ti capita di leggere tutti commenti di questo articolo noterai un unico denominatore comune ovvero chi sta seguendo un certo tipo di alimentazione sta meglio, non ha più gonfiori alla pancia, più vitalità, più energia, ecc. mentre tutti coloro che esprimono un parere contrastante sono tutti coloro che per partito preso non hanno mai provato e giudicano un certo stile di vita.

          Per quanto riguarda le statistiche quando cerchiamo di convincerci di una cosa ci vengono sempre in mente i casi favorevoli alla nostra supposizione, il classico esempio è: “mio nonno è vissuto fino a 100 anni e fumava come un turco!”

          Aggiungici il fatto che continuamente ci bombardano con pubblicità e disinformazioni tali da non sapere più qual è la verità.

          Il consiglio che ti posso dare è prova piano piano a sostituire qualcosa esempio il sale raffinato bianco con quello rosa (come spiego nel video gratuito nella home) poi se ti senti meglio continui altrimenti torni sui tuoi passi.

          Un abbraccio

    • Donato

      Rispondi Risposta 16/01/2015

      Concordo pienamente in quello che dite. Anche se i colossi mondiale, le grandi pubblicità, i grandi interessi che trasformano la realtà ben diversa. Noi essere umani alla stragrande siamo una massa di pecoroni. Che lasciamo contaminare la nostra mente con tanta spazzatura, e il nostro corpo da rottamare. Grazie di cuore.

      • Fabio Finko

        Rispondi Risposta 15/02/2015

        Grazie a te Donato per il commento.

        L’unico modo con cui possiamo difenderci dagli “agenti della Matrix” è aumentare la nostra consapevolezza grazie ad informazioni utili per la nostra salute mentale, fisica e perchè no anche quella spirituale.

        Un abbraccio di cuore

        Fabio

  • Federica

    Rispondi Risposta 14/06/2014

    E la carne? Le uova? Cosa ne pensi?

    Delle tossine che si creano quando introduciamo nel nostro organismo carne cotta? E della B12 nella carne, é vero al 100%, seconde te che questa vitamina non possiamo assumerla in altri modi?

    Condivido sul latte, sto provando ad essere vegana e sto leggendo molti pareri su internet sia di persone comuni che di professionisti, ma fino adesso mai da nessuno ho letto o sentito dire che il latte, molto probabilmente ci serve fino a sviluppo avvenuto e poi possiamo benissimo anche farne a meno.
    A volte penso anche che siamo tutti diversi e che magari ognuno necessità di cose diverse, oppure che magari l’alimentazione umana sarebbe giusta ” a cicli “? Ossia, per un periodo di tempo mangiare un po’ più carne e l’altro prevalentemente cibo vegetale….
    Mah!
    Nessuno di noi saprà mai la verità perché, come hai detto tu gli interessi che girano intorno al mondi dell’alimentazione sono troppi. Sono d’accordo con te anche sul fatto che l’alimentazione é la base di molte malattie. Anche mentali!

    • Federica

      Rispondi Risposta 14/06/2014

      Preciso, la base di molte malattie ovviamente però anche interazione con molti altri fattori, quindi ambientali, sociali, personali e genetici

      • Fabio Finko

        Rispondi Risposta 18/06/2014

        Certamente Federica concordo con te al 100%.
        Ci sono diversi fattori che influenzano la salute infatti la mia missione, attraverso questo sito, è quella di dare un’informazione di qualità alle persone che vogliono migliorare il proprio benessere psicofisico andando a trattare diversi argomenti come medicine alternative, pensiero positivo, metodi pratici per risolvere alcuni problemi di salute, ecc.
        Personalmente considero l’alimentazione, insieme all’esericio fisico e all’atteggiamento positivo alla vita, un fattore fondamentale per la propria salute sia mentale che fisica.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 16/06/2014

      Ciao Federica è un piacere conoscerti,
      con me sfondi una porta aperta perchè sono vegetariano da 15 anni e vegano da un annetto.
      Questa mia scelta è dovuta sia da un fattore etico ma soprattutto dal fatto che più studio il corpo umano, le sue funzioni e più mi informo leggendo decine di libri sull’argomento più arrivavo alla stessa conclusione: non siamo onnivori!!!
      Conosco persone che accendono animate discussioni riguardo l’alimentazione e la mettono molto sul personale io sono dell’ottica che ognuno fa le proprie scelte nella vita e li sta proprio la maturità personale quando si lascia vivere gli altri con le proprie decisioni.
      L’unica cosa, con cui non sono daccordo, è che non mi si venga a dire che “il sole gira intorno alla terra” perchè chi conosce un minimo l’anatomia del corpo umano sa benissimo che non abbiamo l’apparato digerente di un onnivoro e questa non è una mia opinione ma è un dato di fatto.
      Personalmente non aspetto che siano “test in laboratorio” a dirmi che si vive meglio senza carne o latticini, lo vedo semplicemente su me stesso sentendomi sempre meglio.
      Per quanto riguarda la vitamina B12 ti posto un link di un articolo molto interessante:
      http://www.nutrizionesuperiore.it/il-mito-della-b12-ecco-come-evitare-ogni-carenza/

      • Renzo

        Rispondi Risposta 19/06/2014

        Spero che tu sia sbagliato a scrivere ma, la terra gira proprio attorno al sole…

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 19/06/2014

          Ma come una notizia così importante e nessuno mi dice nulla!!! 🙂
          Scherzo, ovviamente, delle volte penso che il tofu mi dia alla testa e scrivo delle castronate pazzesche.
          Grazie della segnalazione, ho già provveduto a correggere

          • Luigi Ceraso

            21/06/2014

            Volevo complimentarmi per le informazioni che dai penso che tutti potranno poi fare le scelte giuste.volevo inoltre dirti che non e’ del tutto sbagliato dire che il sole gira intorno alla terra,in quanto nell’universo tutto e’ in movimento per cui e’ impossibile stabilire chi gira intorno a chi.E’ come in una giostra di cavalli e’ impossibile stabilire qual’e’ il primo e qual’e’ il secondo.Spero che continui a darci le tue splendide informazioni ti saluto con affetto Luigi

          • Fabio Finko

            15/07/2014

            Ciao Luigi,
            ti ringrazio per i complimenti.
            Il mio commento era un richiamo “Galileiano” per sottolineare una cosa palese ed evidente e lungi da me avventurarmi in ambito astronomico.
            Un saluto

    • Giulia

      Rispondi Risposta 19/06/2014

      Ad esempio il lievito alimentare è ricco di B12, e non si ammazza nessun animale!

      • Fabio Finko

        Rispondi Risposta 15/07/2014

        Ciao Giulia,
        Il lievito contiene B12 ma è inattiva per l’uomo.
        Per integrarla dovresti mangiare uova oppure assumere un integratore come quello della Phoenix.
        Un saluto

  • Federica

    Rispondi Risposta 14/06/2014

    Prima di leggere il tuo articolo, anche io ero quasi convinta che il latte ci servisse solo per lo sviluppo

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 16/06/2014

      Il fatto che il latte serva solo ed esclusivamente per i primi mesi di vita è una cosa che pochi sanno come il fatto che l’enzima per la sua digestione il “lattasi” si disattivi nel corso degli anni.
      Ma daltronde basterebbe applicare un pò di logica e di buon senso anche perchè la natura è perfetta e ci sarà un motivo per il quale dopo lo svezzamento la madre (in qualsiasi specie) smette di produrre latte

      • Daniela

        Rispondi Risposta 19/06/2014

        Sante parole le tue ma soprattutto molto interessanti!! Faccio molta attenzione a quello che mangio perché tengo alla linea ma il mio problema è che mi piace mangiare e non riesco a rinunciare a certe cose

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 22/06/2014

          Ciao Daniela,
          come ho già risposto ad altri che hanno il tuo stesso tipo di problema, il trucco non è privarsi di qualcosa ma sostituirlo con qualcosa di più salutare…comunque sto preparando del materiale gratuito in merito per aiutare le persone che come te vogliono migliorare il proprio stato di salute senza dover rinunciare a nulla.
          Un saluto

      • pierangelo

        Rispondi Risposta 19/06/2014

        l’uomo e’ l’unico mammifero che continua a nutrirsi di latte anche dopo lo svezzamento e questo dovrebbe dirla lunga! inoltre le produzioni continue di latte comportano stress all’animale che automaticamente riversa nel latte prodotto tossine e e elementi che non coi sarebbero in produzioni naturali!

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 22/06/2014

          Assolutamente si Pierangelo,
          una mucca che vive in completa libertà vive fino a 20 anni mentre una che è sottoposta a continue gravidanze ed allattamento per tutto il periodo dell’anno a malapena vive fino a 7 anni.

  • bruna

    Rispondi Risposta 17/06/2014

    mi piace

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 18/06/2014

      Ciao Bruna è un piacere conoscerti e sono contento che ti piaccia l’articolo.
      Continua a seguire Magnifikamente perchè ci saranno molti articoli su questi argomenti
      Un saluto

  • giana

    Rispondi Risposta 17/06/2014

    Ho sin da bambina avuto problemi di allergie alimentari e tuttora mi capitano ogni tano(ho 63 anni..),ma da quando il mio dottore che è anche omeopata,mi ha suggerito di non bere più latte nemmeno con il caffelatte del mattino mi sento decisamente meglio e non ho più avuto reazioni allergiche.Deduco che sia stato propio il latte a contribuire a provocare queste allergie.Ora mangiamo anche pochissima carne, che è sempre più insipida..Mentre continuiamo a cibarci di uova,delle ns galline (che vivono in completa libertà nei ns prati,),e di formaggi locali.Eventualmente,siccome m’interessa, Le chiedo se cortesemente saprebbe indicarmi dei libri sulla questione dell’essere vegetariano!Grazie mille!Giana

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 18/06/2014

      Ciao Giana,
      è un piacere conoscerti.
      Sono dell’ottica che ognuno debba seguire il regime alimentare che più crede cercando di “limitare” il più possibile i danni.
      Quindi informati bene e se te la senti, senza nessuna forzatura, comincia a sostituire ed integrare diversi tipi di alimenti. Te lo posso assicurare che quando inizi a star bene non torni più indietro!!!
      Per quanto riguarda i libri che mi hai chiesto ti consiglio di iniziare con “Amati” di Fabio Marchesi puoi trovarlo qui http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__amati_marchesi.php oppure il classico The China Study http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__the-china-study-campbell.php.
      Nell’immediato potresti anche vedere il video della grandissima dottoressa Michela de Petris diventata famosa (e purtroppo anche licenziata) dopo il servizio delle Iene in cui parlava di alimentazione ecco una sua conferenza https://www.youtube.com/watch?v=vtLhvnf9Mn0
      Spero di esserti stato di aiuto…

  • Ho sempre mangiato poco e di tutto ma a 60 anni ho avuto un infarto che mi ha fatto venire il diabete ,poi mi sono accorta di essere celiaca e per ultimo ho avuto un tumore maligno al seno. Ho cambiato totalmente il mio stile di vita, sono diventata vegetariana e gradualmente vegana,faccio movimento senza sforzarmi troppo ma costantemente e adesso a 70 anni sto bene, ho superato tutti i miei malanni , il diabete è migliorato con la dieta, e alla fine sto meglio di 20 anni fa . Sono sicura che aver tolto dalla mia dieta la carne e derivati, il latte e il formaggio ha contribuito a migliorare la mia salute.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 18/06/2014

      Ciao Armanda è un piacere conoscerti,
      purtroppo è radicata nella mente della maggior parte delle persone la convinzione che bisogna mangiar un pò di tutto per nutrire adeguatamente il proprio corpo e questa è una convinzione sbagliata.
      Sono contento che la tua salute sia notevolmente migliorata dopo che hai cambiato il tuo regime alimentare.
      Per quanto riguarda il diabete, non ti vorrei dare false speranze, delle persone sono riuscite a guarire nonostante si dica che sia una malattia inguaribile.
      Lo so che questa affermazione potrebbe risultare troppo anche per un sito che ha come motto “Crescita Personale Controcorrente” però ti invito a leggere questo interessante articolo http://www.disinformazione.it/guariti_diabete.htm nel quale parlano di una conferenza tenutasi all’Auditorium Vivaldi a San Giuseppe di Cassola (VI) in cui dei testimoni raccontano di come siano riusciti a guarire dal diabete semplicemente adottando un regime alimentare rigorosamente crudista (alimentazione vegana con alimenti rigorosamente crudi o che non abbiano superato i 40°).
      Spero di esserti stato di aiuto e continua a seguirci…

  • Rocco

    Rispondi Risposta 18/06/2014

    Ragazzi !!! si muoreeeeeeee….. mangiate poco ma tutto………inutile fare questo si e questo nooooooo……. anche una tegola di un tetto mentre passeggi ti può fare molto male…… ma non per questo rimani chiuso in casa !!!!!!
    Mangiate poco….. ma godetevi il ciboooooooooo che si muore comunque !!!!

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 18/06/2014

      Ciao Rocco è un piacere conoscerti,
      apprezzo e rispetto molto il tuo punto di vista.
      Il fatto che si muoia è una cosa certa, forse l’unica che si ha nella vita, il punto è un altro: Come si muore?
      Quando si è perfettamente in salute non ci si pensa il problema inizia a porsi quando questa viene a mancare come nel caso di Armanda, Giana e Mariapaola che sono state così gentili da dare la loro testimonianza.
      Poi come dici tu una tegola in testa mentre passeggi ti può far male ma non per questo devi essere tu a tirartela addosso!!!

  • Rosario

    Rispondi Risposta 18/06/2014

    Io vi consiglio di compare e leggere un libro che vi dirà tante cose sull’alimentazione. The china study, di C. Campbell. Buona lettura.

  • Angelo

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    Ciao Fabio. Sono Angelo. Piacere di conoscerti. Vorrei chiederti un consiglio riguarda mia moglie. È circa un anno che quando mangia qualsiasi carne rossa o pesce la maggior parte delle volte viene presa da mal di pancia e diarrea! Gli dico sempre di andarsi a fare dei test antiallergici ma non ne vuole sapere! Cosa mi consigli?

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 19/06/2014

      Ciao Angelo il piacere è tutto mio,
      a prescindere dalla scelta se essere vegetariani o no bisogna stare molto attenti a quello che si mangia.
      Ti faccio l’esempio del salmone di allevamento che viene colorato artificialmente perchè somigli a quello selvaggio in più dall’aprile 2013 la Norvegia ha ottenuto il permesso dalla comunità europea di aumentare nei propri allevamenti le dosi di endosulfano un pesticida altamente tossico e cancerogeno.
      Quindi il mio consiglio è quello di cotrollare in primis la provenienza degli alimenti l’ideale, ovvio, sarebbe avere un proprio orto però è una soluzione a cui non tutti possono accedere.
      Per quanto riguarda le varie intolleranze o allergie il mio consiglio, visto che tua moglie non ne vuole sapere di visite, è quello di fare il “test dell’esclusione” (che è quello che ho fatto io quando avevo dolori alla schiena ma ne parlerò in dettaglio su un articolo di prossima uscita perchè potrà interessare a moltissime persone)
      Il test è molto semplice (è un pò come cercare di capire quale interruttore bisogna premere per far accendere una lampadina):
      – escludi tutti gli alimenti che pensi ti possano fare male per un periodo 4/5 giorni
      – introduci un solo alimento e vedi se hai qualche effetto indesiderato
      Una volta individuati gli alimenti nocivi per il tuo organismo sta a te decidere…
      Spero di esserti stato di aiuto…

      • Angelo

        Rispondi Risposta 23/06/2014

        Grazie mille Fabio! Riferiro!
        .

    • giordano

      Rispondi Risposta 21/06/2014

      scopri se tua moglie è di gruppo sanguigno diverso dallo 0 ma da quello che descrive ..non è sicuramente gruppo 0… se è così evitare assolutamente carne rossa…

  • Rosa

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    Ritengo nell’articolo ci sia un errore.
    La pasta non è fatta con la farina bianca bensì con la semola di grano duro che ha caratteristiche diverse in termini proteici, granulometrici etc.
    Grazie

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 22/06/2014

      Ciao Rosa,
      la pasta che si acquista normalmente è composta da farina bianca e il suo colore è dato dal processo di lavorazione.
      Rispetto a quella integrale c’è una perdita della metà degli acidi grassi polinsaturi, quasi tutte le vitamine, 98% del magnesio, 80% del ferro, 75% del manganese, 70% del fosforo, 50% del calcio, 50% del potassio e molto altro ancora…

      • Andrea

        Rispondi Risposta 10/04/2015

        Ha ragione Rosa, la pasta è fatta di semola di grano duro; non per altro ma per questioni tecnologiche. Anche la normativa permette l’uso esclusivo di semola di grano duro.

  • mara

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    Trovo molto interessante l’articolo!!da un po sto attenta all’alimentazione. ..evitando il consumo di questi cibi …ma mi chiedo. ..avendo due bambini ..in sostituzione alla pasta cosa posso dargli oltre alle farine integrali!?cerco di variare ,,mi farebbe piacere avere qualche suggerimento!!!grazie

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 15/07/2014

      Ciao Mara,
      ci sono molte farine in commercio come quella di farro, riso, kamut..l’importante è dare il più possibile varietà al nostro organismo e limitare il più possibile i prodotti raffinati che hanno subito processi chimici (come ad esempio il pane bianco).
      Un saluto

  • daniela brentan

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    Interessante articolo io vorrei diventare vegetariana ma non ci sto riuscendo , ho cominciato con ridurre la carne ma il pesce …..mi daresti un consiglio su un alimentazione tipo grazie

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 21/06/2014

      Ciao Daniela è un piacere conoscerti,
      Come ho risposto ad un altra lettrice di Magnifikamente sto preparando del materiale gratuito per aiutare le persone a migliorare il proprio regime alimentare…ecco devi pazientare in pò perchè la mole di lavoro è veramente tanta. Comunque ti posso anticipare che il vero segreto è la sostituzione non l’eliminazione di un alimento perchè il cibo deve essere vissuto con serenità e gioia…
      Un abbraccio

  • marcella

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    si tutto questo e’ vero ma questi 4 killer sono contenuti in una miriade di alimenti e spesso non sono ben specificati.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 21/06/2014

      Ciao Marcella,
      Questo è assolutamente vero e di certo non possiamo andare in giro con un mini laboratorio portatile per analizzare tutto quello che mangiamo.
      Il fatto però di prendere coscenza di determinate informazioni, come quelle contenute in questo articolo, ci permette di difendere la nostra salute ed evitare tutti quegli alimenti che sono veramente tossici per il nostro organismo.

  • daniele

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    Ben scritto. Semplice la comunicazione ed immediato il messaggio. Grazie. Mi metto al lavoro su me e chi mi sta a cuore.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 19/06/2014

      Ciao Daniele è veramente un piacere conoscerti,
      ti volevo ringraziare per due motivi il primo per i complimenti (…e per quanto se ne dica non guastano mai) e il secondo motivo perchè mi ha reso molto felice sapere che sono riuscito ad aiutare qualcuno con il mio articolo.
      Continua così…

  • Silvana

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    Buon giorno. Volevo fare una domanda. Io ho sofferto d’intolleranza. Mi sono curata non mangiandoli. Per circa 6mesi. Ora soffro di mal di schiena e mal di pancia.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 20/06/2014

      Ciao Silvana è un piacere conoscerti,
      ora ti riporto brevemente la mia esperienza nel caso ti possa essere utile (comunque in un prossimo futuro scriverò un articolo in merito).
      Nonostante praticassi arti marziali, yoga, stretching, ginnastica posturale seguissi un’alimentazione equilibrata per tre anni e mezzo ho avuto mal di schiena e non riuscivo a capire il perchè.
      Quando sono andato dall’osteopata mi ha riscontrato il colon irritato e l’ileo psoas (un muscolo che origina alla base della colonna) molto infiammato. L’osteopata mi ha consigliato di eliminare qualche alimento per vedere le risposte del mio corpo… mi sono informato su internet e il primo alimento che ho deciso di eliminare è stato il quarto veleno ovvero latte e latticini.
      Non ci crederai Silvana ma il mal di schiena mi è passato in una settimana!!!
      Questo ovviamente è stata la mia esperienza e non è detto che sia anche il tuo caso però puoi provare a limitare o escludere per un periodo un alimento e vedere che effetto ha sul tuo corpo.
      Provare non costa nulla.
      Spero di esserti stato di aiuto…

  • iva

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    Articolo interessante….dopo 32 anni alimentiazione onnivora, dopo l input dato dalle iene , mi sono un po documentata ed effettivamente ho scoperto un mondo nascosto agli occhi di chi non sa! Io nell’ ignoranza pensavo che i vegani mangiassero solo insalatone!! E chi aveva mai mangiato l’amaranto il miglio o la quinoa!! Sapori buonissimi!! La facilità di fare il seitan!! Però devo dire che purtroppo i prodotti sani costano una fucilata! Io adoro pasticciare in cucina e su. Youtube ci sono tantissimi video grazie ai quali ho imparato ad autoprodurre a casa tantissime.cose!! Gusti meravigliosi..dopo questa lunga premessa volevo chiederti un consiglio..io.sono ancora pochi mesi che ho intrapreso insieme a.mio marito questa nuova.alimentazione,.ma una cosa mi affligge..dopo aver fatto ,ad esempio, una bella colazione con orzo e mix di cereali e semi vari, dopo il pranzo con la finta frittata con la farina di.ceci e magari la.sera bistecche di seitan…per.giorni ho crampi allo stomaco per l’aria!!! Ho letto che per il farro e simili magari l ammollo di 24 ore aiuta, ma con farine di cereali e legumi?? C’e un modo per limitare il.problema? È davvero fastidioso!!! Grazie 🙂

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 22/06/2014

      Ciao Iva è un piacere conoscerti,
      ebbene si dopo il servizio delle Iene si è mosso un polverone a riguardo e molte persone che prima mi vedevano lo “strano” ora mi fermano per chiedermi consigli e suggerimenti. Questo mi fa molto piacere perchè vuol dire che sta entrando nella coscenza delle persone l’importanza dell’alimentazione.
      Innanzitutto ti volevo fare i miei complimenti per l’entusiasmo, trovo ammirevole il fatto che una persona si metta sempre in gioco cercando di mantenere sempre una mentalità aperta a nuove idee.
      Per quanto riguarda il tuo problema ti posso svelare un piccolo “trucchetto” personale che funziona su me stesso (quindi non so se anche per te sia la stessa cosa, però provare non costa nulla) prova a mangiare sempre insieme a legumi farina di ceci ecc. una quantità di verdura a foglia verde in proporzione 2/3 a uno cioè: insieme a 100gr di “farifrittata” mangia anche 200/300 gr di insalata.
      Prova poi fammi sapere…
      Un saluto

  • Massimo

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    Ho letto velocemente l’articolo su un telefonino. Lo approfondirò meglio sul PC. Ma a parte lo zucchero mi sembra un boicottaggio alla dieta mediterranea. Probabilmente gli eccessi sono sempre dannosi ma andare a toccare formaggi, latticini, pane, pasta, pizza etc ….

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 22/06/2014

      Ciao Massimo è un piacere conoscerti,
      purtoppo il vero boicottaggio non è verso la dieta mediterranea ma è verso la nostra salute. Negli anni, grazie a sapienti campagne pubblicitarie e marketing “subliminale” sono state insinuate nella mente delle persone delle convinzioni del tutto sbagliate.
      Goebbels (uno dei più importanti gerarchi nazisti responsabile della propaganda del terzo reich) disse:
      “Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità.”
      Un saluto..

  • salvo

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    Ciao Fabio ottimo lavoro l’informazione e tutto!! Continua sempre, e mettici tutta la tua passione nel conoscerti.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 22/06/2014

      Ciao Salvo e grazie per i complimenti
      Un abbraccio..

  • salvo

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    L’informazione aiuta sempre!!!

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 19/06/2014

      Assolutamente concordo con te Salvo…
      L’informazione, o meglio l’informazione di qualità, è l’UNICO STRUMENTO che abbiamo a disposizione per difenderci da chi trae profitto dalla nostra malattia.

      • Giovanni

        Rispondi Risposta 18/02/2015

        Ottimo il sito molto importante. Molte grazie e complimenti al signor Fabio. La mia unica riflessione resta sulla vitamina B12, un vegano puo davvero attingere questa componente del gruppo B attraverso degli alimenti vegetali? Esempio alghe? In poche parole si puo evitare l integratore? Oppure e giusto il binomio senza integratore= inevitabile anemia perniciosa? Mi scuso per le troppe domande!

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 16/07/2015

          Ciao Giovanni, ho per te e per i cari lettori di Magnifikamente una bella chicca in fatto di vitamina B12.

          Parlavo con un ricercatore e mi ha detto una cosa molto interessante…sulla buccia degli ortaggi si forma una specie di “patina” ricchissima di vitamina B12 quindi se tu li mangi senza lavarli hai tutta l’integrazione che ti serve.

          Ovviamente l’ortaggio non deve essere sottoposto a trattamenti chimici come quelli che compri al supermercato.

          Un Saluto

  • Gioele

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    Personalmente questi alimenti li uso ma con moderatezza poi cerco di bruciarle con il mio sport che richiede molta energia e fatica e per ora non ho cali di forze, pressione alta o zuccheri alle stelle comunque con questo articolo starò allerta al consumo di questi alimenti.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 20/06/2014

      Ciao Gioele è un piacere conoscerti,
      il primo passo da fare, secondo la mia opinione, è proprio quello che hai fatto tu ovvero prendere visione e coscenza e con i propri tempi cercare di limitare i veleni che inquinano il proprio corpo.
      Io ad esempio, ci ho messo un pò di tempo per passare da vegetariano a vegano.
      Poi per quanto riguarda lo sport ti assicuro che se bilanci introducendo diversi alimenti vegetali ricchi di grassi insaturi come la frutta secca non ti manca proprio nulla anzi.(Ti parlo per esperienza diretta perchè sono un amante e appassionante praticante di arti marziali da più di 27 anni e ho provato su me stesso i risultati)

      • Alex

        Rispondi Risposta 20/06/2014

        Io vi consiglio di guardare meno internet e di vagliare studi scientifici approfonditi e comprovati.

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 20/06/2014

          Ciao Alex è un piacere conoscerti,
          mi sapresti dire qual è lo SCOPO della scienza moderna?
          Progresso?
          Bene per l’umanità?
          Migliorare la qualità della vita?
          Assolutamente no, lo scopo della scienza moderna è il PROFITTO!!!(Lo dimostra il fatto che ancora stiamo girando con motori a combustibile fossile nonostante ci siano migliaia di brevetti di motori con energie pulite, rinnovabili e a costo molto inferiore)
          Quando si dice di cercare studi scientifici quello che consiglio, vivamente, è di controllare la fonte di questi “Studi”
          Se per esempio la ditta incaricata per lo studio degli effetti cancerogeni dei cellulari è sovvenzionata da una multinazionale della telefonia, secondo la tua opinione quali risultati potrà emergere dai loro “studi”? (caso Motorola)
          Quello che vi consiglio io invece è di guardare di più internet perchè è l’ultima possibilità per le persone di potersi informare anche dei veri studi scientifici che vengono sapientemente omessi dalle multinazionali.
          Poi ognuno è libero di scommettere con la propria salute..

        • Andrea

          Rispondi Risposta 10/04/2015

          Approvo!

  • Giovanni

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    Il troppo storpia in tutto
    Si può mangiare tutto senza eccedere cercando di ridurre al minimo sale e zucchero,
    Le uova a colazione fanno benissimo
    Idem x la carne rossa se mangiata 1 volta a settimana,
    Se poi vogliamo levarci i piaceri della vita come un piatto di pasta o una pizza….beh penso che anche quello incide sul benessere psicofisico se ne facciamo a meno
    E non dimenticate l importanza degli orari
    Colazione entro le 8,30
    Pranzo alle 14
    Cena entro le 21
    A cena mangiate prevalentemente verdure e x il resto mangiate tutto senza eccedere
    SI CAMPA UNA VOLTA SOLA!!!!

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 22/06/2014

      Ciao Giovanni,
      Quando dici che si può mangiare tutto in parte è vero perchè il nostro corpo ha una capacità di adattamento che è a dir poco miracolosa però questo mangiare di tutto, anche alimenti per cui non è predisposto come lo zucchero, comporta un affaticamento del nostro organismo. Immagina di avere un conto in banca e ogni volta che sbagli il tipo di alimentazione ti viene fatto un prelievo. Fino a quando sei giovane hai tanti soldi sul conto poi, con il passare degli anni, le entrate iniaziano a scarseggiare e quando i prelievi superano le entrate beh c’è la banca rotta!
      Poi concordo assolutamente con te con l’ultima affermazione ovvero “si campa una volta sola” e proprio per questo voglio campare bene, in salute e pieno di energia!

  • milo

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    quando la finirete di diffondere queste idiozie sara’ sempre tardi.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 22/06/2014

      …e quando inizierà certa gente a documentarsi prima di etichettare delle cose delle idiozie?
      Un saluto

  • Giuseppe Vitulli

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    Una volta andai dal dottore e chiesi cosa si fa per vivere più al lungo possibile?
    Lui professionalmente iniziò a indagare sul mio stile di vita.
    1)alimentazione?
    io : sempre attento a tutto.
    2)Cosa bevi?
    io:solo acqua naturale e non fredda.
    3)Donne?
    io:niente vizi tutto e sempre regolare.
    4)Quanto dormi?
    io: 8/9 ore tutte le notti.
    5)fumo?
    io: mai fumato.
    6)Droghe?
    io: cheeeee???????
    6)Farmaci?
    io:resisto ai dolori finché passano da soli.
    7)trasgressioni?
    io: credo nessuna.
    Il dottore mi fissa e perplesso mi chiede :Ma perché vuoi vivere tanto?
    Morale:tutti sanno che le schifezze sono le più saporite ma che è dura resistere ,non serve rinunciare ma sapere dosare si.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 22/06/2014

      Ciao Giuseppe io ne sapevo un altra versione,
      Un giorno un signore tutto malandato, con la barba lunga e bianca e con i visibili segni dell’età sulla faccia va dal dottore per un controllo.
      Quando il dottore lo vede gli fa le solite domande di rito:
      Beve?
      e lui : Si mi ubriaco tutto il giorno!
      Fuma?
      e lui : Si come un turco
      Droghe?
      e lui: Si le ho provate tutte e anche adesso sono fatto
      Alimentazione?
      e lui: mangio tutte le peggio schifezze
      Il dottore un pò perplesso gli domanda:
      Le faccio i complimenti perchè nonostante il suo stile di vita è riuscito ad arrivare alla sua veneranda età…ma a proposito senta quanti anni ha?
      e lui: 27 perchè?
      Morale: ognuno con la sua salute fa come meglio crede però deve sempre tenere in considerazione che a fine cena arriva sempre l’oste a portare il conto!
      Un saluto

  • Patrizia

    Rispondi Risposta 19/06/2014

    Sul sale e sullo zucchero sono d’accordo sul resto no e mi sembra strano che la carne non ne fa parte

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 22/06/2014

      Ciao Patrizia,
      per quanto riguarda la carne, siccome l’argomento è molto vasto, merita un articolo a parte quindi mi sono limitato a quelli che vengono considerati i veleni bianchi.
      Poi per le cose che non ti convincono il mio consiglio è quello di scindere quella che può essere un’opinione personale da un dato di fatto, ci sono molti articoli in merito alla pericolosità del latte e delle farine bianche.
      Un saluto…

  • Antonella

    Rispondi Risposta 20/06/2014

    grazie di cuore

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 21/06/2014

      Grazie a te Antonella!
      Un abbraccio ciao

  • sacha

    Rispondi Risposta 20/06/2014

    Ciao Fabio, ho allattato mio figlio fino al decimo mese, ho continuato fino al 12 con il latte artificiale. A partire dal 12 mese la pediatra ci ha consigliato di dargli il latte vaccino. Premetto che gli compro sempre il latte intero biologico. La mia domanda: ma il latte vaccino fa male anche ai piccoli? Grazie per la risposta

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 21/06/2014

      Ciao Sacha è un piacere conoscerti,
      ti posto un mio articolo in cui sfato tre miti sull’osteoporosi. Eccolo lo trovi qui http://www.magnifikamente.com/osteoporosi-3-incredibili-bufale/#sthash.sJ14lE3D.J1MW1ftR.dpbs
      In questo articolo parlo anche dei latticini e del mito che facciano bene alle ossa.
      Personalmente, questa è la mia modesta opinione, dove iniziano i dubbi deve subentrare il buon senso e la logica quindi mi chiederei:
      1. Perchè siamo l’unica specie che si nutre di latte dopo lo svezzamento?
      2. Perchè assumiamo un alimento che è stato concepito da madre natura per un altra specie? (Basti pensare che il vitello quando nasce pesa come un umano adulto quindi il latte di mucca ha tutte le sostanze nutritive per quel tipo di struttura)
      Spero di esserti stato di aiuto
      Un saluto

      • sacha

        Rispondi Risposta 21/06/2014

        Ti ringrazio per la risposta Fabio e per l’articolo che mi hai inviato. In parte ero già a conoscenza dell’inutilità del latte per un essere umano ed é per questo che ho smesso di berlo. Non sapevo che il sesamo fosse ricco di calcio, provvederò dunque a comprare del Tahin (era da tanto che lo volevo provare). Mi resta sempre il dubbio per quanto riguarda l’alimentazione di mio figlio di 15 mesi. Ho letto svariati articoli di genitori che vogliono nutrire i propri figli in maniera vegan, e che alla fine si ritrovano a portarli d’urgenza al pronto soccorso, in quanto manca loro i nutrienti necessari per il loro sviluppo corporeo. Come dovrebbe essere dunque costituita l’alimentazione di un bambino di quest’età? E con cosa potrei sostituire il latte vaccino del suo biberon?

  • Manuel

    Rispondi Risposta 20/06/2014

    Ciao, ciò che dici è assolutamente veritiero! Un paio d’anni fa feci una visita per l’intolleranze alimentari perché sono allergico. Mi diedero un alimentazione che escludeva latticini, farine 00, pane, pasta, salumi e formaggi stagionati oltre ad altre cose. Ora Mangio molto pesce, pasta integrale, riso, carne bianca, e questa alimentazione mi ha aiutato tantissimo a ridurre i sintomi allergici, oltre che i vari gonfiori di pancia e sintomi di sonnolenza. Ragazzi l’alimentazione sana è importantissimo e questo articolo descritto posso confermare dice la verità! Continua così!

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 20/06/2014

      Grazie Manuel per i complimenti,
      sono contento per te che sei riuscito a migliorare le tue condizioni di salute grazie ad una sana e corretta alimentazione.
      Un saluto…

  • Giada

    Rispondi Risposta 20/06/2014

    Salve Fabio,
    Leggendo i suoi commenti e le informazioni che posta, mi hanno incuriosita perche’ ultimamente per non dire da molti anni ho spesso disturbi intestinali e fisici. Per questo circa 2 anni fa’ feci il test d’intolleranza e in effetti risulto’ che sono intollerante al lattosio e lievito. Nonostante abbia fatto 2mesi di astinenza completa posso dire di essere stata meglio. “Quindi concordo con quello che ha detto lei”. Adesso avendo ricominciato a bere latte (essendo patita)ecc.. non tanto i disturbi intestinali che mi fanno star male ma tanto quelli fisici. Quindi pensa che sia magari legata a queste intolleranze? E’ difficile pero’ eliminare la maggior parte dei cibi 🙁 La saluto. e grazie per l’ascolto.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 20/06/2014

      Ciao Giada è un piacere conoscerti,
      ti sto rivelando in anteprima assoluta quello che sarà il tema di un materiale gratuito che metterò a disposizione a breve…
      Il trucco non è eliminare i cibi ma sostituirli con altri più salutari( ad esempio invece dello zucchero potresti utilizzare il miele, al posto del sale bianco utilizzare quello rosa dell’ Himalaya e così via…)
      Comunque non ti voglio anticipare di più perchè preferisco spiegartelo nel dettaglio magari mettendo anche qualche ricetta.
      Un abbraccio ciao

      • Giada

        Rispondi Risposta 21/06/2014

        Buongiorno Fabio,
        grazie mille per avermi risposto.. Allora attendo che lei metta qualche ricetta e qualche informazione in piu’ a riguardo! Buona giornata!

  • angelo

    Rispondi Risposta 20/06/2014

    Mangiare sano mangiare sano questo è il motto. Cosa significa, significa state lontano da tutto cio che è industriale le donne nn sanno piu cucinare gli uomini nn sanno piu zappare l orto.il pesciolino rosso che compri in fiera se lo liberi in uno stagno o laghetto muore perché nn sa cercarsi il cibo….e cosi siamo noi, state lontani dai centri commerciali o coop e conad ed etichette varie il fresco e genuino è vero costa di più ma comperai di più….

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 20/06/2014

      Sante parole Angelo,
      pensa la settimana scorsa ho visto questo un reportage su Youtube estratto da una trasmissione (https://www.youtube.com/watch?v=5xDQekJLfmQ) e la cosa più agghiacciante era vedere contadini siciliani che buttavano quintali e quintali di frutta e verdura buonissima prodotta da loro stessi perchè non riuscivano a conformarsi con le norme europee.
      Così ci mangiamo le peggio schifezze importate dal mondo mentre le prelibatezze nostrane le usiamo come concime…incredibile!

  • Mirko

    Rispondi Risposta 20/06/2014

    Davvero un bell’articolo., complimenti.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 20/06/2014

      Grazie Mirko sono contento ti sia piaciuto e spero ti sia stato anche utile
      Un saluto

  • monica

    Rispondi Risposta 20/06/2014

    Ciao Fabio proverò a seguire i consigli perché queste sensazioni le ho tutte………ma sono una gran golosa.Ho una domanda da farti il mio compagno è vegetariano ormai da 20 anni ma amante di sale zuccheri e formaggi mangia poco però è molto gonfio,ha una gran pancia e stomaco e si sente gonfio ogni fine pasto,secondo te deve fare delle intolleranze alimentari oppure sono questi alimenti a creare il problema?

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 20/06/2014

      Ciao Monica piacere di conoscerti,
      il fatto di sentirsi gonfio a fine pasto molto probabilmente dipende da una scorretta combinazione alimentare. Le proteine e i carboidrati hanno due modalità di digestione che sono completamente diverse e se assunti insieme provocano sonnolenza, gonfiore e affaticamento perchè il tuo corpo deve fare “gli straordinari” per poterli digerire.
      Quindi inizia a far fare al tuo ragazzo un’alimentazione dissociata (trovi facilmente le tabelle su internet e puoi iniziare leggendo questo articolo molto dettagliato http://www.my-personaltrainer.it/corrette-combinazioni-alimentari.htm)
      Ah…un ultima cosa evita di fargli mangiare la frutta a fine pasto perchè se non è assunta a stomaco vuoto fermenta e ti causa gonfiori

      • Ciao fabio, ,concordo con te quasi tutto , non assumo zucchero sale , latte ormai da un bel po e sto molto meglio , , c’è solo un probbema non riesco a fare a meno della pasta anzi ne sento la necessità, integrale mangio solo il riso , mi dici come potrei sostituire questo alimento senza sentirne la carenza ti ringrazio

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 20/07/2015

          Ciao Angela,
          non per forza ti devi privare della pasta..

          Cerca di evitare il più possibile la farina bianca che è quella che causa tutta una serie di problematiche come costipazione, gonfiori, sbalzi glicemici, ecc

          Inizia con altri tipi di farina come farro, kamut, integrale, riso, mais, ecc.

          Oppure d’estate puoi farti un bel piatto di farro oppure di orzo perlato.

          Fortunatamente ci sono le alternative e sono alla portata di tutti.

          Un saluto

          Fabio

  • enrico

    Rispondi Risposta 20/06/2014

    Ho due domande: 1) cosa pensi del sale rosa dell’himalaya? Bisogna limitare anche quello? 2) cosa pensi del latte di soia? Fa male? E lo yogurt?

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 15/07/2014

      Ciao Enrico è un piacere conoscerti,
      Premesso che bisogna controllare la provenienza della soia (quella dagli Stai Uniti per il 90% è ogm) l’assunzione comunque deve sempre essere moderata poichè la presenza di isoflavoni interferisce con le regolari funzioni endocrine dell’organismo.
      Per quanto riguarda il sale rosa ti posso dire che è in “cantiere” un articolo a riguardo dove spiegherò tutti i benefici e le modalità di integrazione e sostituzione con il classico sale da cucina.
      Un saluto

      • Andrea

        Rispondi Risposta 10/04/2015

        Quale sarebbe il problema della soia ogm?

  • Danilo Villa

    Rispondi Risposta 20/06/2014

    Ottimo articolo (sono fruttariano ed ho già eliminato i veleni bianchi). Noto però che ha tralasciato il 5° veleno bianco: la cocaina!

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 21/06/2014

      Ciao Danilo è un piacere conoserti,
      mi piacerebbe sapere di più sulla tua esperienza come fruttariano.
      Comunque, quando si parla di veleno bianco si intende parlare di un tipo di “alimento”, un qualcosa che trovi facilmente al supermercato per intenderci, poi non so che tipi di supermercati ci siano nella tua zona…scherzo ovviamente
      Un Saluto

  • Francesco

    Rispondi Risposta 20/06/2014

    Il mi nonno è campato a pane e latte,uguale i suoi genitori,ed è morto ha 90 anni,uguale i suoi genitori:mi spiegate perché prima non esistevano tutte queste informazioni sugli alimenti,eppure i tumori erano meno,lo stress neanche sapevano pronunciarlo,la fertilità maschile era superiore.adesso abbiamo tutte queste belle nozioni eppure a differenza loro siamo delle pippe!mah!

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 22/06/2014

      Ciao Francesco è un piacere conoscerti,
      il contesto e lo stile di vita che conducevano i nostri nonni è imparagolabile a quello che conduciamo noi ed è per questo che dobbiamo rapportarci al giono d’oggi. Inquinamento, sedentarietà, prodotti confezionati, OGM ecc. tutte cose che non erano così presenti 50 anni fa.
      Quindi non ha senso prendere come esempio persone che hanno vissute in epoche diverse dalla nostra.
      Un saluto

  • Simo

    Rispondi Risposta 21/06/2014

    Alberico Lemme lo dice da anni…niente di nuovo…tutti lo criticano duramente, concordo con quanto ho letto, seguo da tempo queste regole di vita

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 22/06/2014

      Ciao Simo,
      si è vero queste nozioni è da un bel pò di anni che girano però per tante persone sono cose nuove e quindi è giusto informare e diffondere il più possibile. Poi il fatto che Alberico Lemme venga criticato vuol dire che sta andando nella giusta direzione altrimenti non darebbe fastidio a così tante persone!
      Un saluto

  • luca

    Rispondi Risposta 21/06/2014

    Ciao Fabio, bell’articolo nel quale mi trovi completamente d’accordo essendo in paleo da circa un anno.
    Volevo farti i complimenti in quanto, anche se vediamo le cose in modo molto differente, leggendo i tuoi commenti ti ho trovato pronto al dialogo ed al confronto. Nessuna imposizione della tua scelta. Da apprezzare non poco!
    Saluti

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 21/06/2014

      Grazie Luca,
      rispetto molto ogni punto di vista e sono dell’ottica che ognuno deve fare quello che si sente di fare senza imporre le proprie scelte agli altri.
      Poi, come disse Einstein, “La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre.”
      Un saluto

  • Roberto

    Rispondi Risposta 21/06/2014

    Ciao Fabio,
    Complimenti per l’articolo, sintetico quanto basta, efficace, ma soprattutto VERO al 100%.
    Sono ormai 2 anni che ho eliminato “i 4 veleni bianchi” e oltre ad aver perso una buona parte di grasso in eccesso, mi sento molto meglio sotto tutti i punti di vista.
    Avrei però bisogno di un chiarimento in merito ad una tua risposta in cui dici che é un dato di fatto che non abbiamo un apparato digerente di un onnivoro; oppure se hai qualche riferimento da darmi su cui approfondire l’argomento te ne sarei grato.
    Un saluto
    Grazie

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 21/06/2014

      Ciao Roberto e grazie per la tua testimonianza,
      per quanto riguarda la domanda che mi hai fatto ti posso dire che è un interessante spunto per fare un articolo e spero il prima possibile di poterlo realizzare comunque ti do alcuni spunti di riflessione:
      – non abbiamo artigli per cacciare
      – non abbiamo canini sviluppati per azzannare e strappare la carne
      – la nostra mandibola è mobile lateralmente (es. la mucca che rumina) mentre quella dei carnivori no
      – l’intestino dei carnivori è lungo un terzo del nostro e questo perchè deve espellere il prima possibile la carne per evitare che vada in putrefazione
      – ecc
      …ma poi se uno ci pensa…
      noi discendiamo dalle sciemmie giusto? E le scimmie cosa mangiano?
      Comunque ti consiglio “Amati” di Fabio Marchesi, (che io considero un mentore illuminato).
      Pensa che dopo averlo letto i miei genitori, a 55 anni, sono diventati entrambi vegetariani ( ecco un link http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__amati_marchesi.php )
      Spero di esserti stato di aiuto
      Un saluto

  • Norma vettore

    Rispondi Risposta 21/06/2014

    Bellissimi articolo e tutto verissimo io lo sto facendo da 2 mesi e mi sento benissimo ho 66anni e vado a fare in palestra Zumba e vado a ballare i balli latini ,prima ero sempre stanca..

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 21/06/2014

      Che SPETTACOLO!!!
      Continua così Norma…un abbraccio

  • Francesco

    Rispondi Risposta 21/06/2014

    Come al solito MSI uno straccio di prova anche minima di ciò che si scrive, la fiera delle banalità e delle fesserie che possono, loro si, minare la salute di tanti. Contenti voi!

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 21/06/2014

      Caro Francesco,
      a parte il fatto che non si capisce parte del messaggio quindi se vuoi ampliare alcuni dei concetti che vorresti esprimere ti potrei rispondere in maniera più appropriata comunque:
      – lo straccio di prova esiste basta aprire un libro di fisiologia, di biochimica ecc. e riscontrerai che i principi che ho elencato nell’articolo sono tutti comprovati (basta solo informarsi)
      – per quanto riguarda le banalità non mi pare di aver scritto un articolo sull’ultima fidanzata di Balottelli ma penso di aver condiviso delle informazioni che abbiano un pò più di spessore
      – se quando dici “contenti voi” tu ti riferisci a tutte le persone che dopo aver cambiato regime alimentare si sentono meglio, in forma, pieni di energia beh grazie è vero noi siamo più contenti ora

      Comunque ognuno è libero di fare ciò che vuole, anche di scommettere la propria salute
      Cordiali saluti

  • Angela

    Rispondi Risposta 21/06/2014

    Grazie, Fabio. Tutto ciò per me è interessatissimo, dato che da qualche mese ho tolto dalla mia alimentazione il latte, la pasta, il pane, che ho sostituito con quello di kamut, farro e di avena, e uso il sale rosa ma vorrei approfondire maggiormente le mie conoscenze sull’argomento. Attendo notizie. Grazie

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 22/06/2014

      Ciao Angela è un piacere conoscerti,
      hai fatto benissimo a sostituire questi alimenti e per quanto riguarda i vari approfondimenti non mancherà occasione.
      Un saluto

  • Dom

    Rispondi Risposta 21/06/2014

    Frutta e verdura sono la meglio cosa.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 22/06/2014

      Certo Dom concordo,
      soprattuto se è del tuo orticello..
      Un saluto

  • Micko

    Rispondi Risposta 21/06/2014

    Consiglio anche la lettura del libro: “Il cervello anarchico” del Dott. Enzo Soresi oncologo molto bravo.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 21/06/2014

      Grazie per la segnalazione Micko.
      Un saluto

  • furittu

    Rispondi Risposta 21/06/2014

    Scusa ma se quello che dici è vero, mettiamo, come mai in sardegna abbiamo persone che son campate 118 anni mangiando formaggio, salsiccia, maialetti arrosto, bevendo vino, latte ecc e invece hai una statistica dei vegani? Qualche centenario? Quello che uccide è lo stress che c’è nelle citta, la fretta di arrivare a lavoro, di tornare a casa, di correre come lepri da una cosa all’altra, non di sicuro la carne o il latte. Le scimmie non mangiano carne? http://www.noidallescimmie.altervista.org/scimpanze.htm no no assolutamente, solo scimmie più piccole e suinetti… detto questo io non voglio far cambiare idea ai vegetariani, ognuno è LIBERO di fare le sue scelte, e TUTTI DOBBIAMO RISPETTARE LE IDEE ALTRUI, NON INTIMARE SE MANGI CARNE MUORI!

    Voglio vedere se lo pubblichi…

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 23/06/2014

      Ciao Furittu,
      questa è la classica argomentazione di chi vuole tirare acqua al proprio mulino, come nel caso delle sigarette, tutti abbiamo uno zio Antonio che è campato 100 anni fumando come un turco i punti su cui mi soffermerei sono altri ovvero:
      1. Che stile di vita aveva zio Antonio?
      2. In che epoca è vissuto (se è morto negli anni 80′ vuol dire che è nato nel 1880)
      3. Che corredo genetico aveva zio Antonio (forse era particolarmente resistente ad un determinato fattore patogeno)
      3. Si ha la tendenza a vedere sempre l’eccezione e mai la regola per ogni zio Antonio che è vissuto fino a cento anni ce ne sono altri 10 zio Giovanni che sono morti a 40 anni
      4. E se zio Antonio non avesse fumato sarebbe vissuto fino a 150 anni?

      Concordo sul fatto che lo stress è uno dei più importanti fattori che determina il benessere e la longevità di un individuo non concordo sul fatto che gli scimpanzè “mangino carne” e ora ti spiego perchè:
      Secondo i lavori di Jane Goodall http://it.wikipedia.org/wiki/Jane_Goodall solo a novembre gli scimpanzè consumano una piccola quantità di insetti e anche animaletti di piccola taglia. Goodall comunque afferma che questa parte della loro dieta (solo il 2%) è irregolare e insignificante rispetto al resto visto che sopravvivono per mesi e mesi senza consumare cibi animali e sembrano non avere malattie di nessun tipo.

      Ora il sito di riferimento che mi hai dato mi sembra poco attendibile rispetto ai lavori della Goodall soprattutto quando si afferma che l’alimentazione degli scimpanzè è costituita dai piccoli della propria specie. Questo “cannibalismo” non fa parte di un’alimentazione di routine è solo un’eccezione dovuto da altri fattori legati sempre alla sopravvivenza come ad esempio il mantenimento del territorio.

      Per quanto riguarda i dati alla mano sul mondo vegetariano e vegano farò molto di più che darti anonime statische ti posto un link di un articolo questo http://www.disinformazione.it/hunza.htm e se vuoi approfondire c’è anche il libro http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__gli_hunza.php?gclid=CjkKEQjw_ZmdBRD1qNKXhomX_sEBEiQAc9XNUIOiED3zjCOv6ftPHjP-MMDB8zfSxBjtDPw8wHeQx3Hw_wcB
      In questo articolo si parla degli Hunza la popolazione più longeva al mondo i cui membri, a parte il fatto che non sanno cosa siano le malattie, riescono ad arrivare anche a 140 anni e (casualità) sono tutti vegetariani!

      Un ultima cosa, permettimi di retificare la tua affermazione “Se mangi la carne muori” che mi sembra un pò riduttiva e limitante. Se mangi la carne non è che muori, come nel caso delle sigarette non è che se fumi muori, ma semplicemente aumenti in maniera esponenziale la probabiltà di sviluppare determinate patologie anche molto gravi che ti possono causare la morte.

      Spero di averti risposto in maniera esauriente

      Cordiali saluti

  • Davide

    Rispondi Risposta 22/06/2014

    Ho letto l’articolo e sono molto interessato ma mi sovviene una domanda: se tutto quello che hai scritto sul latte è vero vuol dire che il nostro organismo non assimila nemmeno più il calcio contenuto in esso? In che modo possiamo rinforzare il nostro scheletro? Grazie per l’attenzione.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 22/06/2014

      Ciao Davide è un piacere conoscerti,
      nel latte, soprattuto nei formaggi stagionati, c’è il calcio il problema è che il nostro organismo non riesce ad assimilarlo anzi nel caso del parmigiano, essendo ricco di ossalato, addirittura ruba calcio alle ossa, è come se tu chiedessi un prestito ad uno strozzino che dopo poco li vuole indietro e con stratosferici interessi.
      Comunque trovi tutto scritto in questo articolo che ho pubblicato di recente http://www.magnifikamente.com/osteoporosi-3-incredibili-bufale/#sthash.sJ14lE3D.BwT8TM1y.dpbs
      Un saluto

      • Armando

        Rispondi Risposta 23/06/2014

        Buongiorno Fabio ho letto con molta attenzione e tuoi consigli e sono d’accordo su come questo mondo inquinato anche sulla morale ci stà portando in una strada speriamo di no ma senza ritorno!! Ti chiedo sempre se fosse possibile avere una non la chiamo dieta (altrimenti saresti come la maggior parte dei Medici e non aggiungo altro )una direzione organizzativa della buona Alimentazione? Ho 50 anni non fumo non bevo sono di corporatura normale 1.72 x 77 kg e da un pó verifico molto dei sintomi che hai descritto e vorrei liberarmene.. grazie in anticipo per la risposta! Buona Giornata

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 25/06/2014

          Ciao Armando,
          non mi permetterei mai di fare una dieta (è la volta buona che mi ritrovo in gabbia per abuso di professione medica).
          In questi giorni però, dopo decine di email in merito, sto preparando del materiale gratuito in cui ci saranno delle linee guida per miglirare la propria alimentazione.
          Un saluto

  • Stefano

    Rispondi Risposta 22/06/2014

    Sono stato operato 3 volte negli ultimi 4 anni di melanoma, ora ne ho un altro ma non m faccio piu’ toccare. Sto seguendo un percorso alternativo fatto di alimentazione sana (dott. Halsey della sanagola.it) e trattamenti dal mitico pierre che abbraccia la medicina germanica del dott. Hamer. Vi sapro’ dire come andra’, per ora con zero alcol, zero derivati dal mondo animale, zero zuccheri e zero farine raffinate ho perso 13 kg in due mesi, sto benissimo e proseguo per questa strada.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 15/07/2014

      Ciao Stefano è un piacere conoscerti,
      ti ringrazio per la tua preziosa testimonianza e rendici partecipi dei tuoi risultati.
      Un saluto

  • Nicola Giolito

    Rispondi Risposta 22/06/2014

    Ciao Fabio, premetto che sono d’accordo con quello che scrivi, che sicuramente e supportato da fonti scientifiche….purtroppo tante altre fonti scientifiche parlano del danno che causano i cibi acidi rispetto a quelli alcalini, che quindi vanno ad aggiungersi a quelli suddetti nel tuo articolo, che gia sono tantissimi, anche tutta un altra gamma di cibi…tutti i tipi di carni per esempio…tanto che rimane davvero niente da poter mangiare. siamo davvero arrivati al punto che non si puo mangiare nulla perche alcuni avvelenano, come quelli che citi nel tuo articolo, ed altri che creano infiammazioni croniche che portano anche al cancro…???

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 20/07/2015

      Ciao Nicola,
      ti darò la risposta che mi ha dato un’agricoltore e ricercatore che utilizza il sistema biodinamico e che tiene lezioni all’università di Tor Vergata con il quale mi ritrovo spesso a parlare proprio di queste cose:

      “Quando adottiamo un comportamento che esula dalla nostra natura ne paghiamo sempre le conseguenze in termini di salute!”

      Questo vuol dire che se iniziamo ad alimentarci con prodotti “alieni” che non esistono sulla terra, oppure ci alimentiamo con alimenti prevalentemente acidi avendo noi un organismo predisposto per la digestione di alimenti alcalini (come tutti gli erbivori) questo comporta sicuramente ad uno scompenso in termini di salute.

      Esistono tantissimi alimenti che ci fanno benissimo come i vegetali a foglia verde, legumi, frutta secca, per non parlare dei “superfood” che sono miracolosi per il nostro organismo.

      Sta solo a noi informarci, essere consapevoli ed attivarci…quello che uccide non è quello che ingeriamo ma la nostra ignoranza e pigrizia.

      Un caro saluto

      Fabio

  • marco

    Rispondi Risposta 22/06/2014

    Occhio all’acqua ragazzi anche quella fa male un mio amico ne ha bevuta talmente tanta che e morto annegato

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 23/06/2014

      Condoglianze …

  • maria

    Rispondi Risposta 23/06/2014

    Ciao Fabio,
    ho letto con attenzione il tuo articolo, sono due settimane ormai che ho cambiato il mio stile di alimentazione evitando di assumere molte sostanze tra cui le quattro che hai citato tu nell’articolo. Sono rinata…. anche psicologicamente. Vengo da un brutto periodo, 3 mesi fa ho subito la morte di mio marito (di 52 anni), ammalato di cancro alle vie biliari e, nello stesso giorno, la morte di mia madre per un infarto…. Sto cercando di ricominciare e mi sembrava giusto cominciare a cambiare dall’alimentazione. Ho avuto la fortuna di conoscere un naturopata e pranoterapeuta che mi ha aiutata moltissimo. Riscontro grande verità in quello che mi dice. Grazie a persone come te e lui abbiamo la fortuna di stare bene. Ho salvato il tuo sito tra i miei preferiti 😉

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 25/06/2014

      Ciao Maria è veramente un piacere conoscerti,
      lascia che io ti esprima tutta la mia stima e rispetto.
      Non deve essere stato affatto facile riprendere in mano la tua vita dopo quello che ti è successo.
      Questa è la bellezza e l’incredibile forza che hanno le donne (…e di cui noi maschietti siamo un pò invidiosi)
      Continua ogni giorno a credere in te e a migliorare la tua vita perchè come disse il grande Albertino Einstein:
      “Meglio essere ottimisti ed avere torto che essere pessimisti ed avere ragione”
      Un grande e forte abbraccio

  • paolo

    Rispondi Risposta 23/06/2014

    Sono abbastanza concorde ma non sulle percentuali esagerate del latte…la lattasi persistente è presente in circa 30% della popolazione ed è di derivazione genetica.Il latte può fare male solo a chi non ha più lattasi, non fa male a tutti anzi…

  • Giada

    Rispondi Risposta 23/06/2014

    Buongiorno Fabio,
    Avevo una domanda da farle! Cosa ne pensa dello zucchero di canna? Lei mi ha consigliato il miele piuttosto che lo zucchero bianco, e lo zucchero di canna invece? Grazie! Buona giornata!

    • maurizio

      Rispondi Risposta 24/06/2014

      giusto consigliare il miele…..il problema dello zucchero sta nella raffinazione, piu’ un prodotto e’ grezzo e meglio e’.

  • Zak

    Rispondi Risposta 23/06/2014

    Ciao sono massimo, sono vegano da un tre anni, è ingenuo pensare che quello che mangiamo non abbia conseguenze sul nostro organismo, tutte i cibi raffinati sono dannosi la raffinazione toglie tutti i nutrienti oltretutto essendo anche chimica aggiunge additivi pericolosi, uso poco sale integrale, poco zucchero integrale, ma non quello industriale, il latte ovviamento no la caseina è un altro killer, e farine integrali, pressione alta rientrata nel range e anche il colesterolo, che avevo alto, è rientrato, quindi niente più pillole e niente dottori che per quanto bravi siano devono sottostare a delle lobbies che ci vorrebbero tutti malati.
    un saluto e complimenti per il sito veramente interessante.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 29/06/2014

      Grazie Zak per la tua testimonianza..
      Un saluto

  • paola

    Rispondi Risposta 23/06/2014

    SOno un medico. Trovo tutto assolutamente errato e fuorviante.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 25/06/2014

      Ciao Paola è un piacere conscerti,
      mi fa piacere conoscere l’opinione di un medico.
      Bisogna precisare il fatto che quella che hai espresso rimane pur sempre un’opinione personale che magari professori del calibro di Berrino e Veronesi non condividono.
      Nessuno, me compreso, ha la verità in tasca e se si vuole evolvere il segreto è, secondo la mia modesta opinone, mantenere un atteggiamento aperto e lungimirante senza farsi abbagliare da falsi “specchietti per le allodole”.
      Cordiali saluti

      • Ale

        Rispondi Risposta 25/06/2014

        No, assolutamente. Le opinioni sono tali quando non è possibile pensarla diversamente (es. veganesimo sul piano etico). Diversamente, l’espressione di un medico (laurea dopo anni di studi e applicazione) in campo nutrizionale non può essere messa sullo stesso piano di un’opinione di un filosofo, un artista, un letterato o un faidate…

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 27/06/2014

          Caro Ale,
          concordo sul fatto che una persona che ha anni di studi alle spalle ha più voce in capitolo rispetto ad una persona che non ce li ha.
          Però rimane sempre il fatto che dipende sempre la formazione a cui questa persona è stata sottoposta.
          Ti faccio un esempio mio personale: l’ultimo gastroenterologo che ha fatto una visita a mia moglie le ha consigliato l’assunzione di parmigiano per rinforzare le ossa, quando il parmigiano in realtà toglie calcio alle ossa indebolendole (secondo uno studio della Harvard School of Public Health del 2007).
          Se senti diversi nutrizionisti sentirai opinioni molto discordanti…
          Quindi chi ha ragione visto che sono tutti medici e hanno tutti molti anni alle spalle di studi e ricerche?
          Personalmente sono sempre molto diffidente quando si parla della mia salute e qualsiasi cosa mi venga detta in merito studio, ricerco dopodichè mi faccio una mia opinione in base alle informazioni a mia disposizione.
          Cordiali saluti

  • maurizio

    Rispondi Risposta 24/06/2014

    io credo che è ormai abitudine calzare articoli a proprio piacimento. certamente tra uno che mangia solo carne ed uno che mangia solo verdura è preferibile il secondo, ma l’errore e’ nel “solo”. L’alimentazione deve essere equilibrata, senza esagerare.
    Per il resto sono tutte fiabe quelle sul latte e sul calcio. Certo non è sufficiente il solo mangiare cibi con calcio perchè questo si assimili, ne sanno un qualcosa chi ha l’osteoporosi, occorre anche la vitamina specifica per favorire il fissaggio. Il messaggio vero è che noi siamo quello che mangiamo…..se andiamo spesso ai fast food , non lamentiamoci delle conseguenze ….anche gravi e subdole. Stare attenti alla alimentazione è importantissimo, ma e’ da sfatare il concetto che vegetariano e’ salutare ed uno che mangia “anche” carne no. Ripeto importante è la quantita’, la variabilita’ nei pasti, l’abbinamento , lo stress, il movimento…..ecc ecc…. e sopratutto la nostra genetica!

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 21/07/2015

      Ciao Maurizio,
      concordo con te che etichettare vegetariano=salute è una cosa da sfatare perchè anche chi è vegetariano deve alimentarsi consapevolmente.

      Poi per quanto riguarda “bisogna mangiare un pò di tutto” anche questo è un mito da sfatare perchè non è che se un alimento esiste in natura per forza ce ne dobbiamo nutrire.

      Bisogna innanzitutto vedere che tipo di organismo abbiamo e poi se è adatto ad un determinato alimento, non si può mettere della benzina su un motore diesel senza avere gravi conseguenze per il motore stesso!

      Quello che bisogna retificare su questa falsa credenza è che “bisogna introdurre nel nostro organismo tutti i macro e micro nutrienti” (vitamine, carboidrati, proteine,ecc..) questa è una verità che concordo in pieno e che nessuno può dire il contrario.

      Un saluto

      Fabio

  • Katia

    Rispondi Risposta 25/06/2014

    Buongiorno Fabio, tantissimi complimenti, oltre che per il tuo “lavoro di ricerca”, per la signorilità con cui rispondi a tutti ( anche a quelli che magari non la meriterebbero 😀 ). Trovo che la maleducazione possa vanificare anche i più buoni propositi e spesso, vegetariani e vegani ( io sono vegetariana da un paio d’anni e sto cercando di orientarmi lentamente verso il veganesimo ), diventano “fanatici” ed insopportabilmente maleducati nel difendere le proprie convinzioni, questo a mio parere porta immediatamente dalla parte del torto, ed allontana ancor più gli scettici dall’informazione su questo stile di vita. Grazie Fabio!

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 27/06/2014

      Ciao Katia ti ringrazio infinitamente per il sostegno morale!!!
      Purtroppo, come dici tu, si sono create delle “fazioni bellicose”
      Onnivori, vegetariani, vegani, vegaliani, macrobiotici, ortofrutticoli… sembrano partiti politici e la gente litiga fino ad arrivare alle mani pur di difendere la propria posizione (ho visto cose che voi umani…).
      Per quanto riguarda i commenti che “mancano di delicatezza” ti posso dire che sinceramente non mi danno fastidio anzi sono dell’ottica che se una persona ha perso il suo prezioso tempo per leggere l’articolo, i commenti e rispondere a sua volta vuol dire che il mio intendo, ovvero diffondere informazioni e causare una reazione, è andato a buon fine…poi mi fa sorridere immaginare una persona dall’altra parte del “cavo” che si inc…avola come un’ape.
      Visto che sei diventata vegetariana volevo strapparti un sorriso prima di lasciarti raccontandoti di un meme che ho visto l’altro giorno che diceva:
      ” A nessuno importa nulla delle tue proteine fino a quando non diventi vegetariano” (In riferimento alla classica domanda: ma dove le prendi le proteine?)
      Un saluto

  • Antonio

    Rispondi Risposta 25/06/2014

    Caro Fabio, ho letto con molta attenzione gli articoli e le domande/risposte qui sul forum e devo dire bravo a te, così come lo direi a chiunque si mette a dare informazioni sul vivere meglio, il nutrirsi sano e non il mangiare e come viene viene, è alla base dello star bene e l’essere vegetariano o vegano, credo essere una scelta saggia anche se io mi ci stò avvicinando moltissimo ma non ho fatto il passo definitivo prima o poi ci riuscirò; premesso ciò mi piacerebbe sapere il tuo pensiero anche su quella che è la giusta integrazione che si accompagna alla sana nutrizione, infatti io da qualche mese assumo degli integratori alimentari ed un sostitutivo del pasto per i quali ero scettico da morire ed invece i risultati mi stanno convincendo del contrario, infatti da che li assumo sto come non sono mai stato in vita mia e riscontro tutto quello che mi sentivo promettere da chi li aveva già utilizzati, quasi come la recita di un Mantra, ovviamente non specifico la marca per non cadere nel giudizio di chi potrebbe pensare che sto utilizzando questo spazio per pubblicizzare questi prodotti, ribadisco mi piacerebbe, per accrescere la mia conoscenza personale, sapere come la pensi a riguardo, ti ringrazio anticipatamente.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 27/06/2014

      Ciao Antonio è un piacere conoscerti e ti ringrazio per i complimenti,
      Per quanto riguarda l’integrazione io personalmente non sono contrario anzi sono sempre dell’ottica che se una cosa ti fa sentire meglio e hai anche un riscontro oggettivo allora è giusto coltivarla.
      L’unica cosa a cui bisogna fare molta attenzione è la provenienza e l’affidabilità della casa produttrice perchè gira veramente tanta porcheria soprattutto quando si acquista online.
      Una ditta che so che rispetta i più rigorosi controlli, per esempio, è una ditta svizzera la Swisscare (anche se è un pò caretta).
      Un saluto

  • Fabio Ferrari

    Rispondi Risposta 25/06/2014

    Ciao Fabio, il tuo articolo dice cose sacrosante ed ormai lette in diverse occasioni. La signora Paola che contesta le tue ricerche ci dovrebbe spiegare come mai ai malati di cancro vengono eliminati proprio gli alimenti di cui stiamo parlando. Grazie!

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 27/06/2014

      Ciao Fabio e grazie a te per il tuo intervento,
      come ho risposto a Paola, nessuno ha la verità in tasca, quindi “snobbare” a priori non solo dei dati che emergono per lo più da ricerche indipendenti ma soprattutto ignorare testimonianze dirette dei benefici di un certo regime alimentare mi sembra un pò una visione molto molto limitata.
      Quello che consiglio vivamente a tutti è quello di informarsi, informarsi, informarsi!!!
      Un saluto

  • Loriana

    Rispondi Risposta 26/06/2014

    Da quando non assumo latte e latticini, i valori del ferro sono rientrati nella norma.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 04/07/2014

      Ciao Loriana e grazie della tua testimonianza!

  • Rosaria

    Rispondi Risposta 26/06/2014

    Ciao Fabio! È un vero piacere conoscere il tuo sito! Sono circa due anni che “tendo” a una dieta vegetariana… io ex mangiatrice di carne rossa compulsiva per ben 30 anni (famiglia calabrese…quindi puoi ben immaginare la quantità di carne e salumi!!). Sto quindi cercando di ridurre la carne rossa, la carne bianca e il pesce a una volta a settimana…e sinceramente ho paura ad eliminarla totalmente per via della vitamina b12 che dicono si trovi solo nella carne rossa, cosa sai dirmi a tale proposito? Inoltre volevo chiederti se è vero che chi ha il gruppo sanguigno 0 non può eliminare la carne. Ultima domanda: il mio ragazzo soffre di colite ulcerosa, la prima volta gli è venuta tre anni fa ed ora è tornata; i medici non danno consigli specifici sulla dieta da seguire…l unica cosa che dicono è di mangiare carne rossa “che fa sangue” poiché ne ha perso molto, e mangiare le verdure centrifugate…puoi darmi consigli a riguardo? Grazie

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 04/07/2014

      Ciao Rosaria,
      ti ringrazio per i complimenti.
      Il mio consiglio, forse come lo avrai intuito dai vari commenti, è quello di non sforzarsi a seguire un certo tipo di alimentazione. Nutrirsi deve essere un piacere e non una privazione quindi se il tuo intento è diventare vegetariana o vegana fai uno step per volta senza somatizzare inutili frustrazioni che porterebbero ad odiare il cibo anzichè amarlo.
      Per la B12 ti posto un articolo interessante che molto probabilmente ti potrà essere di aiuto: http://www.scienzavegetariana.it/medici/B12sheet.html
      Per quanto riguarda il gruppo sanguigno e la carne ti posso dire che io sono di tipo 0 e sono 15 anni che non mangio carne e non ho nessun tipo di carenza nonostante faccia molta attività fisica..però si può provare tutto e il contrario di tutto e quella che ti ho riferito è solo la mia esperienza qualcun altro ti potrebbe dire esattamente l’opposto.
      Per il tuo ragazzo l’unico consilglio che ti posso dare è quello di documentarsi e sentire più pareri da più professionisti ( ad esempio la colite potrebbe essere anche psicosomatica )
      Un saluto

  • cat

    Rispondi Risposta 27/06/2014

    Ne ho già eliminati 3/4
    (zero zucchero, farina bianca quasi zero, compenso con pasta integrale, au cereali,.. E pochissimo sale ) E ora niente più stanchezza continua,ne mal di testa. Si è scoperto che avevo iperinsulinemia.
    Era da un anno che mi trascinavo, mi addormento, quasi svenivo, dopo pranzo. X fortuna lavoravo solo di mattina. Ma era difficile visto che ho 3 bambini piccoli. I dottori pensavano che era dello stress, problemi digestivi, e sono andata avanti così x un anno. I bambini ne soffrivano perché dicevano ” tu sei sempre stanca ,stai sempre dormendo e non stai mai con noi.”. Io mangiavo allora zucchero o bevande con integratori di salire minerali x tirarmi su ma era sempre peggio.
    Per fortuna un medico internista a trovato il problema : iperinsulinemia.
    La causa però non si sa. !!!???
    Niente piu zuccheri e sono rinata!!
    Il problema è stato il peso, già sono magra di costituzione quindi smettere pasta era difficile non dimagrire. Poi ho trovato
    vari articoli su internet e ho mangiato vari tipi di cereali,e mandorle, semi zucca, frutta secca.
    Anche ai miei bambini faccio fare questo tipo di alimentazione molta verdura, frutta, cereali e zucchero limitato (non eliminato perché hanno bisogno di energia essendo ancora piccoli . 4,6,8 anni. )
    Invece cosa ne pensate dei formaggi?? Io essendo francese (difatti chiedo scusa x le eventuali errori di grammatica ) non posso fare a meno.
    Il latte non ne bevo ma i formaggi tanti .
    Grazie

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 04/07/2014

      Ciao Cat,
      non ti preoccupare degli errori grammaticali anch’io delle volte faccio degli “scivoloni” non da poco.
      Per quanto riguarda latte e latticini mi sto documentando per scrivere un articolo in merito perchè le domande che mi arrivano per posta privata sono tantissime.
      Sono felice per te che sei riuscita a venire a capo del tuo problema e per quanto riguarda i tuoi bambini il mio consiglio è quello di senitire l’opinione di un buon pediatra che ti possa indicare quale tipo di alimentazione sia più indicata per i tuoi figli e non ti fermare solo a uno ma senti diversi pareri.
      Un saluto

  • andrea

    Rispondi Risposta 27/06/2014

    Salve, Rinunciare ai piaceri della vita come il dolce – il pane di casa, ecc ecc non e’ facile – leggendo sopra penso che basti uno stile di vita diverso piu sano, tipo sport corsa nuoto ecc, per non rinunciare alle cose buone ( naturalmente sempre nella norma cioe’ a dosi normali ) senza esagerare – e cmq il nostro corpo e’ una macchina perfetta che ha bisogno tutto… sale, zucchero, latte, ecc ecc – in misura normale.
    e se ci ammaliamo e’ solo colpa degli abusi cmq scusatemi per l’intrusione… cordiali saluti

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 27/06/2014

      Ciao Andrea,
      Assolutamente non ti devi scusare dell’intrusione anzi è un piacere sapere la tua opinione.
      Concordo sul fatto che non si debba rinunciare ai piaceri della vita infatti, come ho già scritto in alcuni commenti, la parola d’ordine è SOSTITUIRE! Quindi sostituire degli alimenti che possono essere dannosi con altri che non lo sono. L’attività fisica è importantissima però non basta se non è supportata da un’alimentazione corretta, (lo dimostra il fatto che per esempio la vita media di un giocatore di football americano è 57 anni)
      C’è una convinzione che ho riscontrato molto comune ovvero che bisogna mangiare un pò di tutti però è assolutamente errata perchè l’unica cosa che l’organismo ha veramente bisogno non è il singolo alimento (carne, pasta ecc.) Ma i micro e macro nutrienti che lo compongono ( carboidradi, proteine, lipidi, vitamine e sali minerali)
      Un abbraccio

  • tiziana

    Rispondi Risposta 28/06/2014

    Ho letto l’articolo e mi è “piaciuto” molto!!!! terrificante…pensare quanto male ci facciamo da soli non sapendo….L’uomo è ciò che mangia dice Feuerbach : ma come si fa a sapere tutto! Per esempio come posso sostituire il latte? grazie infinite…

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 04/07/2014

      Ciao Tiziana,
      per risponderti in breve…è impossibile sapere tutto!
      Ecco perchè, secondo la mia opinione, bisogna mantenere sempre la mente aperta ed essere sempre pronti a modificare le proprie convinzioni se queste si dimostrano essere prive di fondamento.
      Molte persone, soprattutto con messaggi privati, mi hanno chiesto molte informazioni sul latte e i latticini e quindi prossimamente, dopo che avrò raccolto una documentazione sufficiente, pubblicherò un articolo a riguardo.
      Un saluto

  • Francesca

    Rispondi Risposta 29/06/2014

    Sei un grande Fabio , felice di conoscerti.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 29/06/2014

      Grazie Francesca il piacere è tutto mio..
      Un abbraccio

  • Pietro M

    Rispondi Risposta 29/06/2014

    Alcuni mesi fa stavo riflettendo su cosa è naturale e cosa no, e il fatto che siamo l’unica spece a bere latte e mangiare cibi cucinati la dice lunga. Riflettendo molto attentamente mi sono reso conto che siamo anche l’unica spece che indossa dei vestiti, e questo mi ha fatto ricordare di quando ero banbino e andavo in un campeggio di naturisti in croazia, nessuno aveva tumori anche se si prendeva il sole tutto il giorno. Stò studiando la correlazione tra vestiti e tumori della pelle. Qualcuno a dei dati a riguardo? Grazie.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 15/07/2014

      Ciao Pietro,
      tra qualche giorno uscirà unarticolo che parla proprio della luce solare quindi sono sicuro che sarà di tuo interesse.
      Per quanto riguarda i vestiti ti posso dire che un mio caro amico che ha una ditta tessile mi racconta i vari “backstage” che stanno dietro a questo mondo e la cosa che mi ha fortemente raccomandato è quella di accertarmi della provenienza dei vari capi.
      Un saluto

  • Marco

    Rispondi Risposta 03/07/2014

    Quante sciocchezze scrivi nei tuoi commenti….
    1- Latte: l’enzima smette di essere prodotto dopo lo svezzamento perché smetti di bere latte, se continui a berlo l’ enzima viene nuovamente attivato. chiaramente a chi non “riparte” avrà problemi di intolleranza…. ma visto che non siamo intolleranti tutti …..
    2- non siamo onnivori per discendenza dalle scimmie e per la mascella che si muove come le mucche: beh esistono scimmie onnivore … per la seconda più che il movimento controlla il numero dei molari presenti in un bovino (erbivoro) e quello dell’uomo….. (onnivoro), sorvolo sulla sciocchezza degli artigli…
    3- capolavoro anche la statistica del diabete ai primi del 900…. aggiungerci altri parametri no?? Aspettativa di vita dell’epoca… che forse non ti permetteva di sviluppare altre malattie perché morivi prima….
    Vedi io sono convinto che l’alimentazione sia importantissima per la salute dell’uomo, ma prima di argomentare certe cose accendo il cervello… e non mi inventerei mai pseudo teorie per dar ragione alla mia tesi. Purtroppo per te, siamo onnivori, e credo (io senza teorie fantasiose) che la migliore dieta è mangiare tutto con la giusta moderazione. Inoltre la continua variazione ti permette di non mangiare sempre la stessa cosa che potresti ritenere molto salutare , magari bio senza pesticidi ma che viene annaffiata con dell’ottima acqua inquinata dalla fabbrichetta che gli sta a 5km…..
    saluti

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 03/07/2014

      Caro Marco,
      1- Latte: l’enzima smette la sua attività per un fattore GENETICO e non perchè si smette di bere latte, questa è solo una tua convinzione che sinceramente non ho mai sentito http://www.torrinomedica.it/studio/IntolleranzaLattosio.asp#axzz2zdjWMfS2 . Secondo questa tua falsa credenza basterebbe continuare a bere latte per non essere intollerante
      2- Se tu aprissi un qualsiasi libro di fiosiologia e facessi un paragone tra il nostro apparato digerente e quello di un onnivoro vedresti che non è lo stesso, forse la tua pigrizia è più forte della tua volontà di ricercare la verità basandosi solo su proprie congetture prive di fondamento ecco un estratto di “The Comparative Anatomy of Eating” di Milton R. Mills, M.D.
      MUSCOLI FACCIALI
      Carnivori: ridotti, per permettere un’ampia apertura della bocca
      Erbivori: ben sviluppati
      Onnivori: ridotti
      Umani: ben sviluppati
      TIPO DI MANDIBOLA
      Carnivori: ad angolo non ampio
      Erbivori: ad angolo ampio
      Onnivori: ad angolo non ampio
      Umani: ad angolo ampio
      POSIZIONE DELL’ARTICOLAZIONE MANDIBOLARE
      Carnivori: sullo stesso piano dei denti molari
      Erbivori: al di sopra del piano dei molari
      Onnivori: sullo stesso piano dei denti molari
      Umani: al di sopra del piano dei molari
      MOVIMENTO MANDIBOLARE
      Carnivori: tranciamento; minimo movimento laterale
      Erbivori nessun tranciamento buon movimento laterale e ant.-posteriore
      Onnivori: tranciamento; minimo movimento laterale
      Umani: nessun tranciamento; buon movimento laterale e ant.-posteriore
      PRINCIPALI MUSCOLI MANDIBOLARI
      Carnivori: temporali
      Erbivori: massetere e pterigoideo
      Onnivori: temporali
      Umani: massetere e pterigoideo
      Apertura della bocca in rapporto alla dimensione della testa
      Carnivori: grande
      Erbivori: piccola
      Onnivori: grande
      Umani: piccola
      DENTI INCISIVI
      Carnivori: corti ed acuminati
      Erbivori: ampi, piatti e a forma di spada
      Onnivori: corti ed acuminati
      Umani: ampi, piatti e a forma di spada
      DENTI CANINI
      Carnivori: lunghi, affilati e curvi
      Erbivori: non taglienti e corti o lunghi (per difesa), o assenti
      Onnivori: lunghi, affilati e curvi
      Umani: corti e smussati
      DENTI MOLARI
      Carnivori: affilati, a forma di lama frastagliata
      Erbivori: piatti con cuspidi, superfici complesse
      Onnivori: a lame affilate e/o piatti
      Umani: piatti con cuspidi nodulari
      MASTICAZIONE
      Carnivori: quasi nessuna; deglutizione del cibo intero
      Erbivori: necessaria una prolungata masticazione
      Onnivori: deglutizione del cibo quasi intero e/o semplice schiacciamento
      Umani: necessaria una prolungata masticazione
      SALIVA
      Carnivori: assenza di enzimi digestivi
      Erbivori: enzimi digestivi per i carboidrati
      Onnivori: assenza di enzimi digestivi
      Umani: enzimi digestivi per i carboidrati
      TIPO DI STOMACO
      Carnivori: semplice
      Erbivori: semplice o a camere multiple
      Onnivori: semplice
      Umani: semplice
      ACIDITÀ DELLO STOMACO
      Carnivori: pH inferiore o uguale a 1 con cibo nello stomaco
      Erbivori: pH 4 – 5 con cibo nello stomaco
      Onnivori: pH inferiore o uguale a 1 con cibo nello stomaco
      Umani: pH 4 – 5 con cibo nello stomaco
      CAPACITÀ DELLO STOMACO
      Carnivori: 60% – 70% del volume totale del tratto digestivo
      Erbivori: inferiore al 30% del volume totale del tratto digestivo
      Onnivori: 60% – 70% del volume totale del tratto digestivo
      Umani: tra il 21% e il 27% del volume totale del tratto digestivo
      LUNGHEZZA DELL’INTESTINO TENUE
      Carnivori: da 3 a 6 volte la lunghezza del corpo
      Erbivori: da 10 a più di 12 volte la lunghezza del corpo
      Onnivori: da 4 a 6 volte la lunghezza del corpo
      Umani: da 10 a 11 volte la lunghezza del corpo
      COLON
      Carnivori: semplice, corto e liscio
      Erbivori: lungo, complesso, può essere con anse
      Onnivori: semplice, corto e liscio
      Umani: lungo, con anse
      FEGATO
      Carnivori: può detossificare la vitamina A
      Erbivori: non può detossificare la vitamina A
      Onnivori: può detossificare la vitamina A
      Umani: non può detossificare la vitamina A
      RENI
      Carnivori: urine estremamente concentrate
      Erbivori: urine moderatamente concentrate
      Onnivori: urine estremamente concentrate
      Umani: urine moderatamente concentrate
      UNGHIE
      Carnivori: artigli affilati
      Erbivori: unghie piatte o zoccoli
      Onnivori: artigli affilati
      Umani: unghie piatte

      Penso possa bastare…Ah, è spiegata anche la sciocchezza degli artigli (come puoi notare)!!!

      3- Per quanto riguarda le statistiche sul diabete riporto un estratto tratto dal Allen FM, M.D.”Diabetes Mellitus.”, Encyclopedia Americana, International Edition 1966 Vol 9 54-56
      “Il diabete, che a cavallo del ‘900 aveva un’incidenza dello 0.0028% pro-capite, nel 1933 aveva raggiunto l’1% negli Stati Uniti fino a diventare una malattia sempre più riscontrata da un maggior numero di medici. Questa malattia era destinata a minare la salute di più della metà della popolazione americana e a farne diventare invalida, in maggior o minor misura, almeno il 20% entro il 1990.”

      Che dire Angelo l’unica sciocchezza è pensare che una cosa sia una sciocchezza senza aver un minimo di documentazione e parlare solo per opinioni personali e per sentito dire ma del resto come dici tu prima di argomentare bisognerebbe accendere il cervello.

      Cordiali saluti!

      • Marco

        Rispondi Risposta 07/07/2014

        Lattasi : http://www.abcsalute.it/esperti-della-salute/prof-giorgio-calabrese/videointerviste/lattasi-enzima-che-scinde-il-lattosio.html , certo è solo un medico… magari corrotto….. ps E’ TUTTO UN FATTORE GENETICO…
        (ps se vuoi ti posto diversi studi esteri)

        ONNIVORI CANNIVORI: in effetti il mio stomaco è diviso in 4 come una mucca, e rumino lo stesso cibo che il primo stomaco ha digerito…
        Cavolo non ho la stessa acidità di un carnivoro…. l’ho sempre detto che se l’uomo herectus c.a 1,5 milioni di anni fa non avesse iniziato ad usare il fuoco per cucinare la carne adesso il mio stomaco sarebbe bello acido come quello di un leone….
        stà cacchio di evoluzione cambia sempre le carte in tavola….
        e non ci ho messo che avevo pure due bei canini lunghi….. del resto avere delle mani capaci di utilizzare dei primi strumenti rudimentali ha i suoi contro…. addio ad unghie e dentoni!!!!!!

        MASSIMO RISPETTO E STIMA A TUTTI QUEI VEGETARIANI E VEGANI PER MOTIVI ETICI!!!!!!!!!!!! IL RESTO SONO CHIACCHERE

  • telespallabob

    Rispondi Risposta 03/07/2014

    Cazzo potrei fare il blogger anch’io, scrivi 4 alimenti dannosi senza citare una e dico una fonte autorevole. Domani potresti scrivere che l’insalata porta al cancro e questi internauti della domenica ti crederebbero sulla tua parola…pazzesco…informatevi gente…Non credete al primo blog o pagina Internet che trovate su Internet…

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 03/07/2014

      Caro Telespalla Bob,
      “avrei potuto farlo pure io” lo dissero anche a Colombo quando tornò dalle Americhe…fammi sapere quando farai il tuo blog sarò il tuo primo visitatore!!!

      Cordiali saluti

      P.S. Per i lettori più attenti che vogliono approfondire gli argomenti che ho trattato nell’articolo ho messo nei vari commenti un bel pò di fonti però capisco che digitare una parola sul motore di ricerca per capire se quello che ho scritto è una scemenza oppure no per qualcuno costa veramente molta, molta fatica e che invece è molto più facile screditare e additare come “buffone” qualcuno nello spazio per i commenti
      P.P.S. Una cosa giusta l’hai detta “informatevi gente”

      • telespallabob

        Rispondi Risposta 04/07/2014

        Fabio, non sto dicendo che hai scritto cavolate eh, però un articolo dovrebbe essere documentato con le fonti ( mediche in questo caso ) anche se so che gli “internauti della domenica” non andrebbero a leggere le fonti…fortunatamente mi piace molto debunkizzare certi miti e sui motori di ricerca ho la fortunata di lavorarci quindi so come cercare e smantellare falsi miti di certi siti web…

        Sul latte si potrebbe scrivere un enciclopedia della disinformazione…tutt’ora non esistono studi che confermano al 99% che faccia bene o male…ma la maggior parte degli articoli online abbinano il problema che non sia digeribile a molte persone al fatto che faccia male, come se lo beve e riesce a digerirlo dovesse morire di cancro il giorno dopo…Io faccio molta fatica a digerire i peperoni ma non per questo non li mangio e vado a scrivere online che fanno male, anzi…

        Poi come la penso io, tutto il cibo fa male se assunto in maniera eccessiva, non esistono cibi malvagi che andrebbero eliminati, andrebbero se mai bilanciati.

        PS. Colombo scopri le Americhe quindi ben venga 😉

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 04/07/2014

          Ciao Telespalla Bob,
          sono felice che una persona che è alla continua ricerca della verità si sia presa il disturbo di leggere e commentare il mio articolo.
          Capisco molto bene la tua posizione di cautela e diffidenza nei confronti dei vari articoli pubblicati nei siti perchè gira veramente di tutto in rete e le bufale sono molto più numerose delle verità.
          Attualmente mi sto documentando per un articolo che tratterà proprio dei latticini e come hai accennato tu c’è tantissima confusione in merito e spero di fare un pò di chiarezza e di sfatare tanti miti.
          Un saluto

          • Katya

            16/08/2014

            Ciao Fabio,
            Sei troppo forte nei tuoi commenti. Mi piace come reagisci alle provocazioni. Vorrei dire a chi ti contesta che almeno abbiano il coraggio di usare dei nomi veri se non vogliono farsi vedere in foto…. Anch’io conosco e seguo hamer da oltre 10 anni e mi ha cambiato la vita. Da li ho iniziato un percorso di “pulizia” e sono diventata vegetariana ho un’energia incredibile e ho intuizioni che prima neanche immaginavo.

          • Fabio Finko

            18/08/2014

            Ciao Katya è un piacere conoscerti,
            la cosa che più mi incuriosisce è che le critiche le ricevo solo ed esclusivamente da persone che non hanno mai provato a cambiare il proprio stile di vita e parlano per partito preso.
            Mentre la maggior parte dei complimenti li ricevo dalle persone che come te hanno provato sulla propria pelle i benefici di una sana alimentazione.
            “Non c’è peggior forma di ignoranza della condanna senza investigazione” (Albert Einstein)
            Un caro saluto

  • Katya

    Rispondi Risposta 22/08/2014

    Ciao Fabio,
    Volevo dire che anch’io ho fatto un percorso simile al tuo per l’alimentazione : ho sentito l’esigenza di ripulirmi quando avevo continuamente mal di schiena e infiammazione del colon (come tu spieghi nel tuo video) da li ho iniziato la disintossicazione con vari sistemi fra i quali Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco di Arnold Ehret, e da allora, 6 anni fa, la mia schiena ringrazia..
    P.s. Grazie per le tue ricette

  • adelino

    Rispondi Risposta 22/01/2015

    Ho sostituito il latte ” normale” con quello di soia. Decisamente un netto miglioramento, non più pesantezza di digestione, non più gonfiore di intestino, nessun effetto collaterale tipo bisogno urgente di un bagno …. . Si può vivere senza il latte !

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 15/02/2015

      Ciao Adelino,
      Purtroppo è difficile da far capire alla maggioranza delle persone e sinceramente tutte le critiche che ricevo in merito sono da parte di chi non ha mai provato una dieta sana e senza determinati alimenti.

      Quando si segue un determinato stile di vita ci si sente più carichi, più in forma in salute, meglio anche esteticamente..

      Dopo che si è provato questo non si torna più indietro!

      Un Abbraccio

  • Giovanni

    Rispondi Risposta 13/03/2015

    Articolo molto bello… bello finché non ho visto nei commenti che spuntava un certo Hamer . Un disgraziato che ha fatto fortuna uccidendo persone e trovandone altre con poco cervello che affermassero la sua pazzia .Scrive un libro stile Alice nel paese delle meraviglie e lo passa come medicina. Caro fabio laureati in medicina o anche in una professione sanitaria e vedrai che il tuo punto di vista cambia.
    Ad ogni modo, Bravo per l’articolo.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 13/04/2015

      Ciao Giovanni,
      ti ringrazio per i complimenti per l’articolo.

      Per quanto riguarda Hamer permettimi di dissentire in quanto, da come parli, molto probabilmente non hai approfondito l’argomento.
      Hamer è un medico e i suoi studi si basano sull’analisi di migliaia di cartelle cliniche e non penso che ci sia una commissione scentifica che controlli la veridicità di “Alice nel Paese delle Meraviglie” cosa che invece accade per il “Testamento per una nuova medicina”.

      Cosa importante, se non fondamentale, da capire è che le sue 5 leggi biologiche non escludono il trattamento convenzionale ma anzi lo integrano dando una motivazione al malessere della persona cosa che invece adesso non accade.

      Se stai male è semplicemente perchè sei stato “sfigato”.

      Poi per tutto il resto è un tuo punto di vista che rispetto ma non condivido non penso proprio che bisogna avere una laurea in medicina per sapere cosa ci faccia bene o male come non bisogna avere una laurea in ingegneria per poter usare il computer!

      Poi diciamola tutta se fosse così perfetta la medicina ufficiale Hamer non avrebbe mai preso piede come pure le medicine alternative.

      Come mai da un questionario anonimo l’81% degli uncologi americani non seguirebbe le terapie da loro prescritte?

      Non smetterò mai di ripeterlo ci sono troppi interessi dietro e se credi che quello che ti viene messo davanti sia la verità allora vuol dire che stai scommettendo la cosa più cara che hai ovvero la tua salute io sinceramente non voglio farlo…

      Poi ognuno è libero di fare ciò che vuole con la propria salute..

      Un saluto

      Fabio

  • stefania

    Rispondi Risposta 14/03/2015

    ciao Fabio ho letto dei cibi che ci fanno più male e devo dirti che io 4 anni fa mi sono operata alla pancia un infezione ….e 2 anni fa ho tolto la coliciste da allora mi sono sorti problemi di digestione e intolleranze ….al latte al grano al frumento al mais ..non riesco più a mangiareniente di titutto ciò …mangio riso bevo The la mattina mangio pane al kamut ….ma ogni tanto sento gonfiore all ‘ intestino ….mi hanno anche trovato una metaplasia intestinale forse dovuta alle intolleranze …..dovrò vedere se x caso sono un po ciliaca

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 13/04/2015

      Ciao Stefania,
      l’unica cosa che ti posso consigliare è di stare molto attenta alla tua alimentazione e di documentarti in maniera approfondita in merito…

      Prova ad iniziare con la sostituzione dei 4 veleni bianchi, ho messo a disposizione un video del tutto gratuito per dare dei consigli basta inserire l’email nella home per scaricarlo.

      Fammi sapere se ti è stato utile..

  • giamluca

    Rispondi Risposta 14/03/2015

    Mio nonno e il mio bisnonno sono cresciuti a zuppe di latte arrivando a 102 e 94 anni che il latte faccia male visto che esiste da millenni la trovo una cavolata

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 16/03/2015

      Ciao Gianluca,
      volevo precisare il concetto.

      Il latte è un alimento fondamentale per la crescita e lo sviluppo dell’individuo però solo se è quello della propria madre (quindi della stessa specie) e solo nel periodo dello svezzamento.
      Nutrirsi di un alimento che è stato concepito dalla natura per una specie diversa da quella di appartenenza è innaturale quindi comporta adattamenti fisiologici certamente non positivi.
      Per intenderci il vitello quando nasce pesa 40 kg e dopo soli 2 anni ne pesa circa 900, l’uomo nasce che ne pesa 2,5-4 e dopo 18 anni ne pesa 45-90 in media.
      Poi al di la di tutto c’è un punto molto importante su cui Gianluca ti dovresti soffermare, ai tempi di tuo bisnonno e nonno nel latte non c’erano certo le schifezze che ci sono adesso come antibiotici e ormoni della crescita e le mucche di certo non subivano lo stesso trattamento di quello che subiscono al giorno d’oggi.

      Un saluto

      Fabio

  • joseph

    Rispondi Risposta 15/03/2015

    ambecilliiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii…

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 16/03/2015

      Caro Joseph,
      ho apprezzato molto il tuo commento ricco di spessore culturale e motivazioni etico-morali, soprattutto i riferimenti scentifici in merito alle tue argomentazioni, per non parlare del tuo perfetto italiano che presumo avrai imparato alla Bocconi o alla Normale di Pisa.

      In questo momento particolarmente difficile, l’Italia ha bisogno di persone come te.

      Continua così.

      Un abbraccio

  • FRANCO

    Rispondi Risposta 28/03/2015

    ok, io ho 59 anni e ne posso fare anche a meno del latte, ma mio figlio che ne ha 4 che faccio elimino il latte anche a lui? dammi gentilmente un tuo parere grazie

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 01/04/2015

      Caro Franco,
      come avrai capito dai vari commenti ci sono molte cose da tenere in considerazione.

      Il mio consiglio è quello di capire il perchè una persona vuole assumere latte e derivati e se il motivo è legato all’assunzione di calcio posso dirti che non esiste nessun studio scientifico che possa dimostrare che l’assunzione di latticini migliori la struttura ossea anzi, recentemente la rivista Pediatrics e la Harward School Of Medic Health hanno preso una posizione ben precisa dichiarando che non esiste alcun motivo per promuovere l’assunzione di latte e derivati per la prevenzione all’osteoporosi, quindi..

      Comunque la cosa migliore è informarsi e farsi una panoramica attingendo da diversi fonti dopodichè decidere sul da farsi.

      Un saluto

  • Rino

    Rispondi Risposta 19/06/2015

    ottimo….. da circa 6-7 anni ho eliminato i quattro alimenti menzionati nell’articolo risultato? nuova vita nessun gonfiore pesantezza mal di testa perenne e altri problemi…

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 21/06/2015

      Ciao Rino grazie della tua testimonianza.

      La cosa interessante è che TUTTI coloro che hanno eliminato questi alimenti hanno notevolmente migliorato le proprie condizioni di salute e qualità della vita mentre TUTTI coloro che hanno scritto dei commenti negativi o mi mandano email di “critica poco costruttiva” parlano in base alle proprie convinzioni o solo per sentito dire.

      Il mio invito è quello di PROVARE sulla propria pelle e solo dopo fare delle considerazioni in merito.

      Un saluto

  • Helga

    Rispondi Risposta 20/06/2015

    Ciao Fabio, ho letto con molto interesse questo articolo e i relativi commenti, e anche tanti altri simili per argomento. Da anni diciamo che ricerco il modo “meno peggiore” di alimentarmi, dato che i prodotti del supermercato mi sembrano piu` armi chimiche che alimenti 😉 Tutto e` iniziato da un mio desiderio di perdere quei chili di troppo e sinceramente ci riuscivo con la Dukan, la Plank, la Paleo…ma poi tornavano tutti perche` io non ce la faccio con tante proteine, e non credo nemmeno sia un modo salutare di vita. Ora ho deciso di provare eliminando questi quattro veleni bianchi, ma ho delle domande alle quali tu forse saprai rispondere essendo piu` informato: io il latte non l ho mai bevuto pero` adoro i formaggi. Per ridurre il loro consumo ho iniziato a prepararmi il kefir in casa esclusivamente con latte bio di capra che prendo da contadini. Infatti sono molti a dire che il kefir, a differenza del latte, faccia molto bene, tu che ne pensi? Il secondo dubbio riguarda i cereali che, pare, creino stati infiammatori nell organismo, e che questi, di seguito, portino alle malattie. Ma io non riesco a vivere di sola frutta e verdura, pur se del mio orticello. Che mi consigli?
    Un saluto

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 21/06/2015

      Ciao Helga è un picere conoscerti.

      Per quanto riguarda le diete che hai menzionato (soprattutto la Dukan)…beh sinceramente la mia opinione personale è che se te le ha prescritte un professionista dovrebbe un attimo informarsi sugli effetti collaterali derivanti come: malattie cardiovascolari e renali, affaticamento del fegato, alterazione del metabolismo del glucosio, carenze di vitamine e sali minerali ecc.

      Per non parlare poi dell’uso di aspartame e vasellina come alimenti e questo penso che si commenti da solo.

      Per quanto riguarda il kefir è un alimento molto salutare grazie alla presenza di minerali come il calcio, magnesio, fosforo, zinco, ecc.

      E’ poi ricco di amminoacidi come il triptofano che ha incredibili effetti benefici sul sistema nervoso ed è anche ricco di di Vitamine del gruppo B e K che fungono da antiossidanti.

      Il Kefir inoltre garantisce un buon funzionamento dell’intestino e dell’apparato digerente ed aiuta a rinforzare le difese immunitarie poichè stimola la produzione di anticorpi e a riequilibrare la flora intestinale.

      Invece per i cereali posso dirti che sono sconsigliati quelli raffinati poichè se vengono privati del germe e della crusca perdono quasi tutte le proprietà e vai a nutrirti di un alimento “morto” (se noti le farfalline che ci sono in dispensa non le trovi mai dentro la farina bianca perchè è priva di nutrimento)

      Questo tipo di alimento causa problemi nel nostro organismo basti pensare che qualche anno fa i manifesti venivano attaccati con acqua e farina che mischiati in giuste dosi creava una potente colla quindi…

      Un saluto

      Fabio

  • alex

    Rispondi Risposta 04/07/2015

    ciao fabio ho seguito il tuo consiglio
    non prendo più:
    farina
    sale
    zucchero
    latte
    ora mi faccio di coca e sto veramente bene

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 14/07/2015

      Caro Alex, mi fa piacere che hai seguito il mio consiglio e spero che quando dici che hai iniziato a far uso di coca tu non ti riferisca alla Coca Cola perchè è piena di zucchero e coloranti e fa male soprattutto quella light dove c’è l’aspartame.

      Se invece ti riferisci all’altra “coca” beh potresti iniziare con qualcosina di più leggero come il metadone per poi passare in maniera graduale alle anfetamine, LSD, oppio per poi arrivare dopo un annetto finalmente all’eroina in vena però mi raccomando solo quella biologica!!!

      Visto che hai seguito i miei consigli te ne do un altro…perchè non inizi a prendere degli integratori di fosforo aiutano a sviluppare le capacità intellettive permettendoti di fare commenti più costruttivi.

      Un caro saluto

      Fabio

  • Daniele

    Rispondi Risposta 08/07/2015

    Salve a tutti, io sono un ragazzo di 37 anni dalla Sardegna, amo molto i cibi genuini e sono d accordo su questi 4 assassini alimentari, io sono nato in casa e grazie al vivere in Sardegna riusciamo ad alimentarci con cibi molto genuini, anche se per cultura qua si mangia molto formaggio pasta e insaccati di ogni genere, dolci molto zuccherati, ho passato un inverno visto il lavoro che faccio al bar, tra pizze toast panini insaccati e ottimi formaggi, e mi sono reso conto di essere sempre stanco e spossato, depresso, in un primo momento ho pensato di essere malato e invece tutto stava nella scorretta alimentazione, ora la mattina due cucchiaini di miele, un arancia alle dieci pranzo insalata e carne o legumi dipende, a merenda frutta e la sera vario tra verdure cotte insalata o carne , niente latte pane massimo 20 grammi, credetemi fisico asciutto e tonico e una forza e eun allegria e buon umore…..etutti i giorni

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 13/07/2015

      Ciao Daniele ti ringrazio per la tua testimonianza e credimi che so perfettamente di cosa stai parlando.

      Mi capita molto spesso di andare a cena con persone che mentre stanno ingurgitando le peggio schifezze mi guardano con quegli occhi di chi cerca di autocompiacersi per potersi dare una giustificazione a quel corpo ormai flaccido, spossato, privo di vitalità ed energia e mi vengono a dire: “Caro mio non sai quello che ti perdi!” …e la mia risposta è sempre la stessa: “Caro mio non sai TU cosa ti perdi..”

      Un abbraccio

      Fabio

  • Stefano

    Rispondi Risposta 04/09/2015

    provate a leggere il libro di Allen Carr ” è facile perdere peso se sai come farlo” dice le stesse cose più o meno che dici tu Fabio! Secondo me cose giustissime da seguire come Vangelo! Perché io mi sono sentito subito meglio è pieno di energie! Diventate vegetariani o meglio Vegani! Ciao e grazie x i preziosi consigli…. Stefano

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 17/09/2015

      Grazie a te Stefano per la tua testimonianza

      Un saluto

  • ciao a tutti, solo oggi sono venuto a conoscenza del tuo sito. Che dire: davvero ben fatto, contenuti interessanti… continua cosi. Un abbraccio

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 23/03/2016

      Grazie e spero di non deludere le tue aspettetive.

      Un abbraccio

      Fabio

  • FRANCESCO

    Rispondi Risposta 11/12/2015

    CONDIVIDO A PIENO GLI ARGOMENTI TRATTATI DA FABIO, PER CHI è SCETTICO, NESSUNO OBBLIGA NESSUNO, E NON SOLO, CHI INDAGA SULL’ALIMENTAZIONE VUOL DIRE CHE QUALCHE DUBBIO C’è L’HA, INVITO A LEGGERE QUALCHE LIBRO DI MEDICI LAUREATI IN MEDICINA E NON PERSONAGGI FASULLI, UN ESEMPIO VERSO LA DIETA VEGETARIANA DI UN CERTO UMBERTO VERONESI ONCOLOGO DI FAMA INTERNAZIONALE VEGETARIANO DA TANTISSIMI ANNI CON RISCONTRI POSITIVISSIMI SULLA SUA SALUTE, DOPO OGNUNO è LIBERO DI SCEGLIERE COSA MANGIARE CI MANCHEREBBE ALTRO, FRANCESCO.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 23/03/2016

      Grazie Francesco per il tuo appoggio morale e quello che dici è anche la mia filosofia.
      Sono contrario a chi cerca di imporre il proprio punto di vista, il mio intento è semplicemente quello di informare poi ognuno prende la sua decisione.

      Un saluto

  • Fabio Finko

    Rispondi Risposta 25/06/2014

    Ti ringrazio per aver citato il mio articolo
    Un saluto

  • Fabio Finko

    Rispondi Risposta 25/06/2014

    Ti ringrazio per aver citato il mio articolo
    Un saluto…

Lascia una risposta

* campo richiesto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi