Aspartame: Il Killer Invisibile Della Tua Salute!!!

In questo articolo ti parlerò dell’aspartame una pericolosissima sostanza cancerogena contenuta in migliaia di alimenti di uso comune e cosa fare per poterla evitare.

aspartame effetti negativi veleno

Che cos’è l’aspartame?

L’aspartame è un dolcificante artificiale a basso tenore calorico con un potere dolcificante di circa 200 volte superiore rispetto a quello dello zucchero.

Proprio per questa caratteristica, che permette un incredibile abbassamento dei costi di produzione, l’aspartame viene utilizzato in moltissimi prodotti alimentari (più di 6000!!!).

 

Cosa Succede Quando Introduci Aspartame Nel Tuo Corpo?

L’aspartame è composto da tre elementi: Acido Aspartico (40%), Fenilalanina (50%) e Metanolo (20%).

Per quanto riguarda i primi due elementi, ovvero Acido Aspartico e Fenilalanina, sono due amminoacidi innocui se assunti da alimenti naturali.

Quando invece vengono manipolati chimicamente il loro legame estere si rompe all’interno del tuo corpo rendendoli dei pericolosi agenti neurotossici che arrecano conseguenze devastanti sulla tua salute come mal di testa, confusione, vertigini, convulsioni, morte delle cellule cerebrali, ecc.

Secondo Stegink 1984 (pagina 143) quando il gruppo metilico dell’aspartame incontra l’enzima chimotripsina inizia a liberare gradualmente nel piccolo intestino il metanolo.

Il metanolo è un veleno mortale altamente tossico per il nostro organismo!!!

Inoltre se il metanolo supera i 30°, quindi ben al di sotto della temperatura corporea, si trasforma in formaldeide una neurotossina mortale (la formaldeide viene utilizzata principalmente come componente delle vernici e per conservare animali morti in laboratorio).

Basti pensare che un litro di bevanda dolcificata con aspartame contiene in media 56 mg di metanolo ovvero 6 volte il limite massimo giornaliero consentito dai ricercatori dell’EPA (Enviromental Protection Agency).

Quindi all’interno del tuo corpo l’aspartame si converte in sottoprodotti pericolosi e altamente tossici ai quali non esistono contromisure naturali soprattutto se lo assumi a stomaco vuoto o sotto un regime particolare di dieta.

In questo caso vari componenti dell’aspartame vanno diritti al cervello con la probabilità di causare effetti collaterali devastanti come emicranie, confusione, convulsioni e problemi di equilibrio e nella maggior parte delle cavie utilizzate in laboratorio sono morte di tumore al cervello.

A sostenere il fatto che l’aspartame sia cancerogeno lo dice anche un’equipe del Centro di ricerca sul cancro della fondazione europea di oncologia e scienze ambientali “B. Ramazzini” di Bologna.

Allora..Perchè L’Aspartame E’ Utilizzato Negli Alimenti?

A causa dei pesantissimi effetti collaterali riscontrati nelle cavie da laboratorio (tumore al cervello, convulsioni, difficoltà respiratorie, ipertensione, morte, ecc.) l’aspartame venne considerato pericoloso per la salute umana e proprio per questo all’inizio non fu utilizzato a scopo alimentare.

Tutto cambiò nel 1981 quando il neopresidente Regan, molto amico del presidente della G.D. Searle (oggi Monsanto) , licenziò il commissario della FDA (Food and Drug Amministration) che aveva negato l’approvazione dell’aspartame sostituendolo con Athur Hull Hayes il quale da li a poco (guarda il caso) divenne uno stretto collaboratore della Monsanto.

L’ulteriore brutta notizia è che dal 1996 la FDA ha rimosso tutte le limitazioni per l’utilizzo dell’aspartame  permettendo così il suo impiego in moltissimi alimenti soprattutto quelli che superano i 30°C.

Quali Sono Gli Effetti Collaterali Dell’Aspartame Riscontrati Nelle Cavie Da Laboratorio?

A livello fisico:

> dolori addominali

> artrite

> cancro al cervello

> ipoglicemia / iperglicemia

> affaticamento cronico

> morte

> asma

> difficoltà respiratorie

> tosse cronica

> emicrania

> perdita della capacità uditiva

> ipertensione

> orticaria

> perdita della vista

> convulsioni

> spasmi muscolari

A livello psicologico:

> attacchi d’ansia

> difficoltà del pensiero logico

> depressione

> perdita della memoria

> insonnia

Inoltre peggiora diverse patologie molto gravi già presenti nel soggetto come il morbo di Parkinson, diabete, epilessia, morbo di Alzheimer, sclerosi multipla, fibromalgia, ecc.

Ecco L’Incredibile Bufala Dei Dolcificanti Artificiali!!!

Molte volte ti sarà stato detto che per dimagrire è preferibile l’utilizzo di alimenti “senza zucchero” che contengano dolcificanti artificiali.

La verità invece è che quando consumi alimenti con aspartame e dolcificanti artificiali hai la tendenza ad ingrassare perché queste sostanze ti fanno aumentare la voglia di carboidrati sopprimendo la produzione di serotonina (il neurotrasmettitore che ti dice “ok ora sei sazio!“).

Secondo una ricerca della Liverpool University, il nostro corpo non riesce a fare distinzioni tra lo zucchero e i dolcificanti artificiali con il risultato che i sensori dello stomaco che attivano l’assorbimento di glucosio rispondono anche ai dolcificanti ottenendo l’effetto che il corpo processa più glucosio e più calorie.

Cosa Devo Fare Ora?

Nel caso di assunzione prolungata bisogna disintossicarsi il prima possibile da questa sostanza altamente deleteria per la tua salute e per farlo devi assolutamente evitare i seguenti prodotti:

> La maggior parte dei prodotti “Light” e “Sugar Free”

> Yogurt magri

> Bibite gassate

> Probiotici

> Patatine

> Chewingum

> Gelati confezionati

> Cioccolatini senza zucchero

> Dolcificanti artificiali

In più devi stare molto attento alle etichette ed evitare prodotti in cui vi sia scritto:

E951 / E950 / E955

ACESULFAME K

FONTE DI FENILALANINA

SUCRALOSIO (o SPLENDA)

E tu cosa ne pensi?

Ci tengo a sapere la tua opinione quindi lasciami un commento qui sotto e metti un bel “mi piace” se l’articolo ti è piaciuto..

 

18 Commenti

  • tina

    Rispondi Risposta 12/04/2015

    Sono contenta che vi siano persone come te, attente alla salute di tutti. Trovo molto interessante il tuo articolo.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 13/04/2015

      Grazie Tina è un piacere conoscerti..

      Un saluto

      Fabio

      • Annarita

        Rispondi Risposta 16/04/2015

        Fabio ti ringrazio ,di alcune cose ero a conoscenza ,comunque spero mi manderai altre informazioni rimanere aggiornati forse ci aiuterà a sensibilizzare i nostri ragazzi rendendoli più consapevoli grazie ancora Annarita

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 20/04/2015

          Grazie a te Annarita per il tuo interessamento per questo blog.

          Penso sia importantissimo sensibilizzare le nuove generazioni soprattutto al giorno d’oggi dove il bombardamento mediatico sta letteralmente addormentando la loro coscenza.

          Un saluto

          Fabio

  • ivana

    Rispondi Risposta 12/04/2015

    era una notizia che in parte l’avevo già sentita naturalmente non così bene approfondita.Grazie per l’informazione se in futuro vorrai mandarmene qualche altra sarò ben lieta di leggerle, un saluto Ivana.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 13/04/2015

      Certo Ivana appena pubblicerò un articolo che possa esserti di aiuto te lo farò sapere attraverso la newsletter.

      Un saluto

      Fabio

  • Giorg Cal

    Rispondi Risposta 13/04/2015

    Sono pieno di gioia nel saper che anche tu come me ed altri, diffondiamo, informiamo, senza secondo scopo, notizie provate o verità, ognuno nel suo campo è consapevolezza filosofica il metodo più funzionale per diminuire l’ignoranza, da sempre il più grande problema che affligge tutto il mondo che ci è stato prestato dai ns. figli !. By Giorgio Grazie e rinvio.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 13/04/2015

      Grazie Giorgio per i complimenti..

      Ora come non mai è importante sapere e divulgare importanti informazioni per la propria salute.

      Un saluto

      Fabio

  • Floriana

    Rispondi Risposta 13/04/2015

    grazie fabio, è molto chiaro l’articolo. sapevo già che l’aspartame fosse cancerogeno ma non conoscevo i processi biochimici che si innestano nell’organismo quando lo assumiamo. per cui anche per chi è diabetico conviene assumere dolcificanti naturali? io ormai ho eliminato completamente lo zucchero e annessi e se proprio ne sento il bisogno preferisco usare il miele

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 13/04/2015

      Ciao Floriana è un piacere conoscerti,
      ci sono diverse alternative naturali, oltre al miele ovviamente, molto valide per dolcificare come ad esempio la stevia, l’eritritolo, lo sciroppo di Yacon o lo xilitolo.

      Ti sconsiglio invece il fruttosio, il nettare d’agave, lo zucchero di canna (anche se biologico).

      Un saluto.

      Fabio

      • Floriana

        Rispondi Risposta 13/04/2015

        Ciao Fabio, perché sconsigli lo zucchero di canna che gode di buone pubblicità? Grazie, a presto 🙂

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 14/04/2015

          Non bisogna farsi ingannare dal nome e soprattutto dagli “spacciatori” di zucchero che appunto fanno buone pubblicità.

          Lo zucchero di canna anche se non subisce gli stessi trattamenti di quello bianco è comunque zucchero e per il tuo corpo non fa grande differenza.

          Quando raggiunge il tratto digestivo viene scisso in glucosio e fruttosio e ha gli stessi effetti sul tuo metabolismo dello zucchero bianco.

  • Donna

    Rispondi Risposta 13/04/2015

    Grazie Fabio di aver pubblicato questo bell’articolo, scritto in modo chiaro e documentato.
    C’è da riflettere sul fatto che molte volte si assumono ad occhi chiusi prodotti di cui non si sa la provenienza e gli effetti che hanno sul nostro organismo.. Dovremmo imparare a leggere gli ingredienti di ciò che utilizziamo come nutrimento per il nostro corpo.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 14/04/2015

      Grazie Donna è un piacere conoscerti e sono contento che ti sia piciuto l’articolo e soprattutto che ti sia stato utile.

      Un saluto

      Fabio

  • Sabillo

    Rispondi Risposta 15/04/2015

    Complimenti, Fabio, per l’accuratezza e la chiarezza delle terrificanti informazioni che ci hai regalato! Saluti

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 16/04/2015

      Grazie Sabillo,
      spero che questo articolo ti possa esser stato utile.

      Un saluto

      Fabio

  • Leo

    Rispondi Risposta 02/05/2015

    Notizia che in parte già conoscevo….ma ora in maniera dettagliata. Grazie.. continua così..ad informarci su tutto….

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 05/05/2015

      Grazie a te Leo, spero di continuare a dare a te e a tutti i miei cari lettori sempre informazioni utili..

      Un Saluto

      Fabio

Lascia una risposta

* campo richiesto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi