Metodo Bates: Come Migliorare La Vista Subito Con 3 Facili Esercizi…

Esistono esercizi per migliorare la vista? La risposta è si e oggi ti parlerò nello specifico di tre esercizi tratti dal “Metodo Bates”.

metodo bates magnifikamente.comOggi è una convinzione comune che dalle varie imperfezioni visive quali Miopia, Ipermetropia, Astigmatismo, Presbiopia e Strabismo non ci sia una cura se non passare sotto i “ferri” oppure utilizzare gli occhiali.

C’è stato un uomo però, William Horatio Bates, che con il suo “metodo Bates”  mise fortemente in discussione questa convinzione comune.

Infatti… Dopo numerosi studi Bates pubblicò nel 1921 “Vista perfetta senza occhiali” in cui spiegava quali erano i principi e i fondamenti del “Metodo Bates”.

Ovviamente fu attaccato da tutta la comunità scientifica che lo vedeva come un ciarlatano e considerava le sue pratiche alla stregua della magia e della superstizione.

In realtà Bates era un medico chirurgo nonché un grandissimo anatomista che conosceva alla perfezione tutto l’apparato visivo e di conseguenza anche le eventuali problematiche.

Inoltre, una cosa che penso non sia da sottovalutare, con il “metodo Bates” ha guarito centinaia di persone.

Basti pensare che negli anni venti Bates rendeva pubblici i suoi risultati tramite una rivista mensile la “Better Eyesight” (nel link ci sono tutti i numeri, sono però in inglese).

Allora perché tanto accanimento verso il “metodo Bates”?

Le cause principali per cui il suo sistema, nonostante fosse valido e funzionasse, non ha avuto così grande successo sono tre:

1. Bates aveva un carattere molto “difficile” quando ad esempio doveva esporre il suo metodo in qualche conferenza scientifica se c’era qualcuno che gli faceva qualche domanda “scomoda” era capace di mandarlo a quel paese e andarsene nel bel mezzo della conferenza (era proprio controcorrente metto un bel “mi piace”)

2. All’inizio della sua carriera si è circondato da persone poco attendibili dal punto di vista scientifico come fattucchiere, maghi, cartomanti ecc. quindi la sua credibilità è stata messa da subito in discussione (dalla serie “dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”)

3. Ultimo e più rilevante motivo…INTERESSI ECONOMICI!!!

Lo sapevi che la lobby “degli occhi” è una delle più potenti al mondo?

Prova ad immaginare le incalcolabili perdite che potrebbe avere una multinazionale se per migliorare la vista basterebbero dei semplici esercizi e delle sane abitudini visive.

Capirai bene che ci sono tutti gli interessi per screditare il metodo Bates soprattutto al giorno d’oggi che, grazie all’utilizzo di diversi apparecchi elettronici (computer, televisori, smarthphone…),  sforziamo continuamente gli occhi aumentando esponenzialmente la probabilità che insorgano difetti visivi.

Infatti se cerchi su internet troverai pareri molto discordanti sul metodo Bates perché, come per altre pratiche in cui non vi è la somministrazione di farmaci o l’utilizzo di costose apparecchiature, vi è una vera e propria politica di boicottaggio e disinformazione per creare confusione nella testa delle persone.

Il mio consiglio spassionato è quello di dubitare di tutto anche degli esercizi che ti sto per proporre, provali, verificane l’efficacia e poi trai le tue conclusioni.

Quali sono i principi del Metodo Bates?

Il metodo Bates è sostanzialmente rivolto a raggiungere un rilassamento dinamico del sistema visivo così da riportare la muscolatura estrinseca dell’occhio alle condizioni di normalità e salute.

Molti esercizi inoltre servono per indurre un profondo stato di rilassamento mentale perché la perdita di vista è strettamente collegata ad un forte stress psicofisico.

Di questo te ne sarai accorto sicuramente anche tu che dopo molte ore di studio oppure dopo un periodo particolarmente stressante la tua vista ha la tendenza a calare.

Ecco i 3 migliori esercizi del metodo Bates per rilassare la muscolatura degli occhi:

1. Blinking  (sbattito di palpebre) Per 20 secondi si sbattono le palpebre (senza strizzare l’occhio) il più veloce possibile. Si fa una piccola pausa di 5 secondi mantenendo gli occhi chiusi e si ripete l’esercizio per almeno 7/8 volte. 

Questo movimento permette di ossigenare il cristallino e rilassare tutta la muscolatura estrinseca aumentando inoltre l’idratazione dell’occhio.

2. Shifting (dondolio dell’elefante)

metodo bates magnifikamente.com 2Stando in posizione eretta con i piedi alla larghezza del bacino si fanno delle ampie oscillazioni a destra e a sinistra mantenendo le braccia morbide e alzando sempre il tallone opposto.

La cosa importante è che non si deve fissare nessun oggetto nell’oscillazione.

Bisogna fare almeno un centinaio di oscillazioni e la sua efficacia massima la si ottiene alla mattina appena svegli e alla sera prima di andare a dormire, infatti “provare per credere” (come diceva la pubblicità degli anni 80′) se alla mattina ti svegli con gli occhi gonfi e magari mal di testa prova a fare questo esercizio prima di coricarti e vedrai da subito la differenza il mattino seguente.

3. Palming (riposo oculare)

metodo bates magnifikamente.com 3Copri gli occhi mettendo il palmo sopra le orbite oculari.

L’ importante è creare il più possibile il buio senza comprimere l’occhio (ci deve essere sempre un centimetro tra il palmo e l’occhio). Puoi farlo da sdraiato oppure appoggiando i gomiti su un tavolo.

Durante l’esercizio pensa a qualcosa di piacevole e controlla il respiro. L’esercizio comincia a produrre risultati se fatto per almeno 5 minuti naturalmente più mantieni la posizione e più si rilassano gli occhi quindi più benefici otterrai.

Prova questo esercizio quando senti la vista particolarmente affaticata magari dopo diverse ore davanti al computer. L’argomento è molto vasto e sicuramente ci ritornerò.

E tu conoscevi il metodo Bates e hai provato ad utilizzare questo o altri metodi per migliorare la vista?

Lasciami un commento e raccontami la tua esperienza.

E se ti è piaciuto metti un bel “mi piace” e aiutami a condividerlo nei social.

 

29 Commenti

  • Sandra

    Rispondi Risposta 13/10/2014

    Ciao Fabio 🙂

    Io ho le rastrebrille, gli occhiali con i bucchetti per intenderci di Bates e sono fenomenali! Io sono miope e francamente, fa impressione accorgersi che senza lenti, solo guardando attraverso quei bucchettini, vedo molto meglio!
    Poi, per chi usa molto il pc, è vitale fare il palming e il blinking. Il monitor è un vero killer.

    tanto che ci sono, ti consiglio l’app gratis eyeCare che trovi su Google store, ogni 20 minuti ti ricorda di riposare la vista 😉

    Consigliatissimo!

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 15/10/2014

      Ciao Sandra,
      hai perfettamente ragione dicendo che il monitor è un killer della vista e non a caso i problemi visivi sono aumentati enormemente negli ultimi anni.
      L’unico “difetto” dei rastrebrille è che purtroppo non migliorano la vista in maniera permanente mentre i vari esercizi ti aiutano enormemente a riportare la vista in condizioni ottimali. (l’ho sperimentato sulla mia pelle!)
      Ti ringrazio della dritta andrò subito a scaricarmi l’App.

      Un saluto

  • Rosanna

    Rispondi Risposta 06/12/2014

    Grazie mille………..consigli preziosissimi! Volevo fare una domanda: se faccio questi esercizi con costanza in quanto tempo posso migliorare? Riuscirò un giorno ad eliminare definitivamente gli occhoali? Grazie mille 🙂

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 12/12/2014

      Ciao Rosanna,
      per risponderti in breve ti posso dire che non esistono dei tempi prestabiliti anche perchè le problematiche che puoi ritrovarti sono soggettive. Come prima cosa quello che ti posso consigliare è di eliminare tutti quei fattori che contribuiscono all’abbassamento della vista (es. sforzare la vista magari strizzando gli occhi quando leggi, prolungare eccessivamente il lavoro al computer senza riposare gli occhi, ecc.)

      Un altro consiglio che ti posso dare è di rivolgerti ad un professionista abilitato al metodo Bates (la scuola di formazione dura tre anni quindi “occhio” ai ciarlatani) basta che fai una piccola ricerca su internet e cerchi nella tua zona quello più vicino.
      Per aiutarti potresti iniziare con la lettura “Come sono guarito dalla miopia senza occhiali…” di David De Angelis e guardare il sito http://www.rieducazionevisiva.com nel quale trovi veramente di tutto.

      Un saluto

      • Rosanna

        Rispondi Risposta 17/03/2015

        Ti ringrazio mille! 🙂 In questi giorni sto leggendo il libro di De Angelis………….davvero molto interessante! Una volta finito di leggerlo, lo metterò in pratica e mi documenterò meglio anche su Bates. Grazie mille 🙂

        • Fabio Finko

          Rispondi Risposta 18/03/2015

          Grazie a te per l’interessamento..

  • Marco dell'acqua

    Rispondi Risposta 19/01/2015

    A fondo commento vi propongo un esercizio IMHO ottimo.
    Io ho ricevuto più benefici, rilassa la vista, permete di allenare l’occhio nella messa a fuoco mediante l’osservazione di distanze focali diverse, questo riduce un disturbo che affligge chi come me, a suo malgrado, fissa tutto il giorno un monitor.
    Il monitor ha due problemi (i vecchi CRT emanavano anche radiazioni) l’unica dimensione focale che si continua a fissare per tutto il giorno, una dimensione piatta senza livelli da mettere a fuoco, ed il refresh “costante” del monitor, che non notiamo, ma che affatica molto la vista.
    A causa di esso ho riscontrato un disturbo causato dalle troppe ore al PC, l’occhio si confonde e in qualsiasi momento cerca di mettere costantemente a fuoco questo mi ha portato a vedere tutto sfocato ad ogni distanza, e raramente a vederci splendidamente (non ricondo come si chiami il disturbo) molti di quelli che fanno il mio lavoro lo hanno riscontrato.

    Per ovviare un minimo sarebbe opportuno avere dietro il monitor una finestra, da cui poter osservare un paesaggio con oggetti su diverse distanze da poter mettere a fuoco, e sarebbe giusto fare molte pause durante le sessioni di lavoro, per volgere lo sguardo fuori.
    Putroppo io ho il montor contro un muro 🙁

    Ma ho trovato un metodo che mi sta aiutanto parecchio per il mio disturbo, ogni tanto faccio delle pause dal PC esco sulla terrazza, e faccio quanto segue:

    -vai fuori “alla luce diurna”, con gli occhiali indosso, identifica 3 oggetti su piani diversi, a distanza di 3m 15m e 50m se hanno scritte sopra ancora meglio e se sono in linea quindi non troppo distanti l’uno dall’altro sulla linea dell’orizzonte ancora meglio… (io lo faccio anche in casa con la mano a 20cm dagli occhi, e dietro essa un piano focale a 2m poi a 5m)
    -mantieni a mente la posizione degli oggetti
    -togli gli occhiali, e chiudi gli occhi per 3 sec senza forzare
    -apri gli occhi e metti a fuoco il primo bersaglio a 3m per 5 secondi senza mai sbattere le palpebre (questo è importante)
    -chiudi gli occhi per 3 secondi
    -apri gli occhi e focalizza il secondo bersaglio per 5sec senza sbattere le palpebre
    -chiudi gli occhi per 3 sec
    -nuovamente con il terzo bersaglio, sempre senza mai sbattere gli occhi.
    -continuare in questo modo per almeno 2-3 minuti, poi smettere o fare qualche secondo di pausa e ricominciare con un altra serie.

    Durante la giornata più ci si esercita meglio è! Se si è al PC ogni 30-40 minuti bisognerebbe fare una pausa, per praticare l’esercizio in aggiunta a Palming e Blinking, ho trovato davvero un grande giovamento seguendo questa regola.

    Allenare gli occhi non ha controindicazzioni, male non può fare.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 15/02/2015

      Grazie Marco per il tuo commento sono sicuro che sarà utile per tantissimi lettori che sono costretti a stare ore e ore davanti al computer.

      Poi come dici tu allenare gli occhi non ha controindicazioni e se fatto con determinato criterio può addirittura migliorare la vista o per lo meno non peggiorarla ulteriormente.

      Un saluto
      Fabio

  • milka biniam

    Rispondi Risposta 08/02/2015

    grazie moltissimo ma e` vero che gli occhiali peggiorano la vista?

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 15/02/2015

      Ebbene si!
      E’ come se ti abituassi a camminare con le stampelle, a lungo andare i muscoli si atrofizzano e tutto il tuo sistema muscolo-scheletrico nel fare questo si adatta alla nuova condizione esterna e non naturale.
      Se ci hai fatto caso appena ti togli gli occhiali si vede molto peggio.
      Non c’è interesse a far conoscere metodi naturali e soprattutto gratuiti che possano far migliorare le condizioni di salute delle persone.

      Un abbraccio Milka

  • Giovanni Lo Piparo

    Rispondi Risposta 21/03/2015

    Porto gli occhiali da un anni quasi e ho pero 3.25 in tutti e due gli occhi (miopia).Vorrei migliorare la vista e vorrei sapere seguendo questo “Sistema” in quanto tempo potrei migliore?mi piacerebbe arrivare anche a -1 o qualcosa del genere.Se ci sono anche altri consigli li accetto. PS:Non vorrei rirsposte del tipo “dipende dal problema o ecc.”. GRAZIE IN ANTICIPO

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 25/03/2015

      Ciao Giovanni,
      il mio consiglio è di iniziare prima di tutto a documentarti leggendo dei testi di riferimento come quelli di Bates o De Angelis e poi iniziare a fare degli esercizi specifici per il tuo difetto visivo. (alcuni testi li ho citati nei vari commenti)

      Se vuoi accellerare i tempi ti consiglio di farti seguire da operatori specializzati nel metodo bates (puoi vedere su questo sito quello più vicino a te http://www.metodobates.it/network.htm) in modo tale che tu possa avere esercizi specifici per la tua problematica.

      Per quanto riguarda i tempi non c’è un protocollo standard, dipende da il tuo stile di vita (se per esempio stai 10 ore al giorno davanti al computer), dal motivo che ti causa il difetto visivo, da quanto ti applichi nel fare gli esercizi proposti.
      In maniera indicativa, ti parlo per esperienza personale, se fai gli esercizi e soprattutto se elimini le cattive abitudini visive, puoi avere incredibili risultati in 6 mesi o meno.

      Un saluto

      Fabio

  • Giovanni Lo Piparo

    Rispondi Risposta 31/03/2015

    Mi sono documentato,uno dottore vicino a me non c’è mi dai tu dei consigli?

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 01/04/2015

      Dove abiti?

  • Graff Cirscram

    Rispondi Risposta 29/05/2015

    Salve Fabio, volevo sapere: quali esercizi bisogna fare con o senza occhiali? (Io non l’ho capito se bisogna farli con gli occhiali o prima bisogna toglierli)

    (ma bastano solo questi esercizi per migliorare? C’era addirittura un libro…)

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 10/06/2015

      Gli esercizi vanno fatti sempre senza occhiali, altrimenti sarebbe come se volessi rinforzare la muscolatura delle gambe camminando con delle stampelle!

      Il mio consiglio è quello di contattare un professionista diplomato alla scuola di Bates oppure un osteopata che ha preso questa specializzazione.

      Ti basta navigare un pò su internet per trovare la persona più vicina a te.

      Per quanto riguarda il libro se vedi nei commenti che ho postato trovi sicuramente qualche testo molto interessante.

      Un saluto

      Fabio

  • valentina

    Rispondi Risposta 07/07/2015

    ciao sono convinta che il metodo funzioni, vorrei sapere come faccio a scegliere gli occhiali adatti a me ce ne sono di tutti i tipi, prezzi e marche, sono convinta che uno non valga l’altro ma anche che i piu’ costosi non siano necessariamente migliori o piu’ adatti di quelli a buon mercato. Io ho una miopia di 3 gradi per occhio. Conici, piramidali, semplici, modelli a marscherina e non, come scegliere grazie.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 20/07/2015

      Ciao Valentina,
      ti consiglio di leggere i lavori di Bates oppure il libro di De Angelis che ho citato nei commenti perchè troverai sicuramente spunti interessanti.

      Quello che ti posso dire è di evitare occhiali con lenti piccole perchè riducono il campo visivo e quindi danno un ulteriore tensione ai muscoli estrinseci degli occhi causando con un conseguente accorciamento dell’escursione.

      Un caro saluto

      Fabio

  • Giorgio

    Rispondi Risposta 12/07/2015

    Ciao Fabio, grazie per la “divulgazione” di questo affascinante topic…
    Ai motivi di contrasto per il metodo Bates in patria, credo si possa aggiungere un concetto di fondo. In USA, dall’inizio della sottomissione dei Nativi (sob), il concetto imperante in ogni area è “stringi i denti e vai…” ovvero “se vuoi ottenere qualcosa, devi sforzarti. Il metodo Bates insegna un concetto diametralmente opposto “se vuoi vedere bene, togli lo sforzo di vedere…” e forse questo concetto, così contrario alla mentalità incistata negli americani, è stata decisamente mal digerita.
    Ad ogni modo il metodo Bates è ora conosciuto, per lo meno se ne parla, in tutto il mondo. Anche a noi il compito di continuare a divulgarlo rispettandone le basi ed i principi… se vogliamo essere di aiuto concreto.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 13/07/2015

      Ciao Giorgio è un piacere conoscerti.

      Concordo pienamente con te, l’idea di considerare il corpo solo come una macchina e non un entità olistica e completa è un concetto molto recente che adesso pian piano si sta sgretolando.

      I nostri pensieri, le nostre emozioni, il nostro stile di vita sono le principali cause dei nostri mali e personalmente sono sempre più convinto che non esista la “sfiga” quando si parla di malessere anche se questa è la giustificazione (naturalmente con termini più accademici come predisposizione genetica ecc.) che ci sentiamo dire quando chiediamo a chi di dovere di darci una motivazione sulle nostre malattie.

      Un caro saluto

      Fabio

  • Maxell

    Rispondi Risposta 10/08/2015

    LE SOLITE AFFERMAZIONI DELIRANTI! Udite… udite… secondo voi il metodo Bates non viene divulgato perchè altrimenti tutti guarirebbero e le multinazionali fallirebbero perché crollerebbero gli interessi economici sulla vendita di occhiali e cure mediche!? Ma cosa state dicendo? Sul web sono decenni che si diffondono libri, corsi e notizie sul metodo Bates, è alla portata di chiunque, ma non ho mai visto nessuno dichiarare di essere miracolosamente guarito, come mia cognata che pratica esercizi di Bates da anni, palming e fori stenopeici, dopo 4 anni addirittura ha perso altre 2 diottrie! Come un mio amico che ha partecipato a corsi multilevel di Bates, sborsando soldi, tutt’ora porta gli occhiali e non ha avuto nessun miglioramento! Sicuramente i principi di Bates hanno un minimo di fondamenta, utili per il rilassamento della vista, ma da qui a sparare idiozie il passo è breve! Il metodo Bates è conosciuto dal l920, se fosse stato il metodo d’eccellanza per guarire la vista, di questi tempi neanche io porterei gli occhiali!

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 23/08/2015

      Caro Maxwell,
      prima di affermare che una cosa sia vera o falsa mi documento bene altrimenti potrei fare la figura di chi parla tanto per parlare.

      Se avessi letto il lavoro di Bates forse sapresti che la percentuale di guarigione dei bambini sotto i 12 anni sottoposti al suo metodo (direttamente da lui agli inizi del ‘900) è quasi il 100%.

      Dici bene che sul web esistono siti, multilevel, ecc. però come esistono i professionisti esistono anche i ciarlatani e sinceramente se mi porti l’esempio di due persone che hanno provato in maniera amatoriale senza la guida di un esperto del settore (la scuola dura tre anni per intenderci non basta leggere un libro) non hanno ottenuto risultati mi dispiace ma la tua argomentazione è priva di fondamento.

      E’ come se una persona si mette a fare esercizi a caso in palestra pensando di diventare muscoloso.

      Se vuoi un esempio concreto ti posso riportare quello mio personale, quando dovevo rinnovare la patente per qualche mese ho fatto degli esercizi e la mia vista è migliorata parecchio.

      Ogni difetto visivo è un caso a se e per questo serve uno specialista che ti possa guidare sugli esercizi corretti e specifici per te, ad esempio nel mio caso avevo bisogno di un osteopata che mi trattasse e mi ridasse mobilità alle ossa del cranio, senza questo tutti gli esercizi del mondo non sarebbero serviti a nulla.

      Ti invito a consultare il forum che ho riportato sui commenti nel quale TUTTE le persone mettono il proprio curriculum con i progressi ottenuti con i vari metodi.

      Poi per quanto riguarda le “AFFERMAZIONI DELIRANTI” ti posso dire una cosa che mi ha detto un grande formatore
      “Segui i soldi e scoprirai la verità..”

      Le mie non sono le solite affermazioni da “complottaro del fine settimana” è semplicemente una verità talmente ovvia che anche un bambino la capirebbe…perchè insegnare un metodo o almeno dare delle buone nozioni per salvaguardare la vista quando c’è un fatturato di miliardi dietro che è in continua crescita?

      Non siamo ridicoli ovvio che le multinazionali del settore non fallirebbero se venissero divulgate determinate notizie, semplicemente diminuerebbero i loro fatturati anche perchè non è da tutti mettersi a fare esercizi ogni giorno anzi è molto più facile screditare, deridere e criticare chi lo fa!

      Cordiali saluti

      Fabio

      • Maxell

        Rispondi Risposta 27/12/2015

        CARO Fabio si chiaro io non ce l’ho con il metodo Bates tantomeno con questa tua pagina informativa, anch’io ho usato gli occhiali stenopeici (per un certo periodo) senza risultati. La mia critica è rivolta ai soliti geni di turno che sul web divulgano le romanzine classiche complottiste, della serie: il metodo bates non viene diffuso perchè altrimenti le multinazionali degli occhiali fallirebbero e i medici non potrebbero speculare! Dico se fosse così semplice, qui tutti sarebbero guariti e nessuno porterebbe gli occhiali dato che il metodo bates è ampiamente conosciuto, libri e servizi sul metodo se ne trovano a bizzeffe, alla portata di chiunque! Se fosse vero che il metodo Bates rappresentasse un metodo edfficace e competitivo chiedetevi allora perchè anche i medici sono costretti ad usare per loro stessi gli occhiali? Per non parlare poi delle attività speculative multilevel che sono nate su questo metodo, attività lucrative dove la gente sborsa soldi senza avere certezze dei risultati. Rimango dell’idea che il Metodo Bates rappresenti un sistema utile, che ci permette un approccio educativo per la pervenzione e il miglioramento di alcuni disturbi visivi, ma occorre evitare il solito sensazionalismo che vedrebbe i medici tutti complottisti e depositari di metodi sensazional tenuteci nascosti per motivi di interesse. Un saluto.

  • Davide

    Rispondi Risposta 16/08/2015

    Salve Fabio, io non porto gli occhiali, posso comunque eseguire i tuoi esercizi per evitare di doverli portare in futuro? Grazie per il tempo che dedichi a risponderci, Davide

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 23/08/2015

      Ciao Davide,
      questi sono ottimi esercizi che ti aiutano a rilassare la mucolatura estrinseca dell’occhio.

      Non hanno nessun tipo di controindicazioni anzi ti permettono di preservare una buona vista che rischia di abbassarsi con lo sforzo ripetuto stando tante ore davanti al pc o alla televisione.

      Un saluto

      Fabio

      • Davide

        Rispondi Risposta 30/08/2015

        Leggendo il libro “Vista perfetta senza occhiali” di Bates ho scoperto che ci sono altri esercizi oltre a questi tre elencati da te, sarebbe opportuno fare anche quelli o questi sono comunque più utili e efficaci?

  • Rosanna

    Rispondi Risposta 13/10/2015

    Una domanda: dopo aver fatto palming, indosso e uso occhiali sotto-corretti. Secondo te può andar bene? Grazie 🙂

  • Fabio Finko

    Rispondi Risposta 05/05/2015

    Grazie per la condivisione..

Lascia una risposta

* campo richiesto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi