Osteoporosi: Le 3 Incredibili Bufale Che Ti Continuano A Dire!!!

osteoporosi magnifikamente

 

Un articolo che ti spiegherà quali sono i fattori più pericolosi per l’insorgere dell’ osteoporosi e come contrastarla in maniera efficace da subito..

Il problema dell’ osteoporosi è sempre più presente nella società moderna e questo è dovuto principalmente dal nostro stile di vita che è molto differente da quello che la natura, dopo milioni di anni di evoluzione, ci ha predisposti.

 

Quali sono i principali fattori che determinano l’insorgere dell’ osteoporosi?

Ecco qui riportati i vari fattori di rischio con le relative percentuali di incidenza:

> Sedentarietà (64,4%)

> Poca esposizione ai raggi solari (33%)

> Poca assunzione di calcio (27,6%)  

> Alcool (8,9%)

> Caffè (8,6%)

> Fumo (4%)

> fattore x?!? (In un prossimo articolo parlerò delle incredibili scoperte del dottor Hamer e delle sue spiegazioni  sull’ osteoporosi).

Come puoi notare la sedentarietà è il più importante fattore di rischio per l’ osteoporosi e questo perché l’attività fisica favorisce lo sviluppo e la creazione del tessuto osseo c’è solo una condizione perché questo accada e te lo spiegherò subito sfatando il primo mito..

Bufala Numero 1: Il nuoto fa bene per chi ha l’ osteoporosi.

Questo è assolutamente falso perché l’unica condizione che deve esserci perché l’attività fisica stimoli la creazione del tessuto osseo è che il corpo deve essere sottoposto ad un certo carico (in poche parole il tessuto osseo deve subire una pressione per essere stimolato) e tutti sanno che in acqua, essendo un ambiente privo di gravità, no c’è nessun carico sulla struttura ossea.

A confermare questo basti pensare che tanti astronauti, dopo aver passato molto tempo nello spazio, tornano sulla terra con l’ osteoporosi.

Come posso prevenire o contrastare l’ osteoporosi?

La classica risposta che ti viene data è con l’assunzione di alimenti ricchi di calcio e qui andiamo a sfatare il mito numero 2..

Bufala numero due: Mangia il parmigiano che ti fa bene alle ossa!!!

Se il tuo medico ti ha consigliato di grattugiare del grana sugli alimenti per aumentare il calcio nelle ossa…beh ci sono un paio di cose che dovresti dirgli.

E’ verissimo che formaggi stagionati come il grana o il pecorino sono ricchi di calcio, il problema è che non lo assimiliamo!!!

Questo accade perché  i latticini  sono ricchi di ossalati (sono delle molecole che si trovano soprattutto nei formaggi stagionati che a livello intestinale vanno a legare il calcio formano dei complessi che non vengono assorbiti dall’organismo).

In più c’è da dire che più il formaggio è stagionato (questo vale anche per i salumi) e più contiene sale che  ruba calcio dalle ossa.

Citando uno studio della Harvard School of Public Health del 2007:

Non vi è più motivo per promuovere l’utilizzo di latte e latticini per la prevenzione dell’ osteoporosi

Bufala numero 3: Bisogna mangiare un po’ di tutto per irrobustire lo scheletro.

Anche questa convinzione è assolutamente falsa perché le proteine di origine animale acidificano il sangue abbassandone il ph e questo costringe il nostro corpo a  rilasciare ioni calcio dallo scheletro per andare a tamponare l’eccessiva acidità.

In pratica più consumiamo cibi acidi, soprattutto quelli di origine animale come salumi e formaggio stagionato, e più viene perso calcio dallo scheletro.

Lo puoi constatare tu stesso questo misurando il ph delle urine degli onnivori che hanno un’acidità urinaria molto evidente con grosse perdite di calcio nelle urine.

Invece si è visto che vegetariani e vegani possono assumere tranquillamente la metà del fabbisogno giornaliero di calcio perché tutto quello che introducono riescono ad assimilarlo perdendone molto di meno.

Alcuni suggerimenti pratici:

1. Introdurre tanti alimenti di origine vegetale ricchi di calcio come mandorle e tutte le crucifere (broccoli, cavoli, verze…)

2. Evitare cibi ricchi di sale (formaggi stagionati, salumi, snack salati, ecc.)

3. Sostituire determinati condimenti ricchi di ossalati, come il grana, con alimenti ricchi di calcio (ad esempio il Gomasio, Tahin e farina di mandorle)

E tu cosa ne pensi?

Raccontami la tua esperienza e se ti è piaciuto l’articolo aiutami a condividerlo nei social e metti un bel mi piace qui sotto.

   

4 Commenti

  • cristina cavaletti

    Rispondi Risposta 23/06/2014

    Prof.Franco Berrino docet

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 25/06/2014

      Dopo l’intervista con le Iene è diventato il mio idolo!!!
      Un saluto Cristina

  • maurizio

    Rispondi Risposta 24/06/2014

    articolo con delle verita’, ma volutamente pendente verso un solo tipo di alimentazione. Scusatemi, ma anche questa e’ una bufala.

    • Fabio Finko

      Rispondi Risposta 21/07/2015

      Ciao Maurizio,
      la maggior parte delle informazioni sono state tratte da diverse conferenze tenute dalla dottoressa Michela De Petris che grazie ad una scrupolosa indagine scientifica cerca di trovare la verità in mezzo a tante bugie divulgate da mass media e multinazionali.

      Per dirtene una, proprio in campo alimentare, conosco diversi docenti universitari che hanno perso la cattedra perchè hanno fatto qualche “scomodo intervento” nelle loro conferenze. (non cito nomi e cognomi perchè vorrei impiegare meglio il mio tempo che passarlo in tribunale)

      Sinceramente penso che il fatto che tu pensi che sia una bufala sia solamente una tua opinione che rispetto anche se magari non condivido .

      Un saluto.

      Fabio

Lascia una risposta

* campo richiesto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi